Home News I daini del Circeo, si pensa alla loro distribuzione e non verranno...

I daini del Circeo, si pensa alla loro distribuzione e non verranno abbattuti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:38
CONDIVIDI

I daini del Circeo, un buona notizia per gli animalisti, i daini non saranno abbattuti. Previsti programmi di tutela sulla distribuzione nelle aree protette

Il daino in allerta (Foto Pixabay)
Il daino in allerta (Foto Pixabay)

Dal Circeo, una notizia attesa da tempo: i daini non saranno abbattuti. Gli animalisti esultano, circa 50 daini su 1300 andranno ricollocati entro tre anni. Tuttavia, il Parco ha pensato ad un programma di sterilizzazione degli animali per controllarne la popolazione. La conferma della buona notizia è stata data dal presidente del Parco Antonio Ricciardi che ha affermato di aver trovato altre strade per distribuire gli animali in strutture private come aree protette. I daini saranno spostati in luoghi adatti alla libertà oppure potrebbero venire sterilizzati.

I daini del Circeo, un passo in avanti per la loro protezione

Il daino nel suo habitat (Foto Pixabay)
Il daino nel suo habitat (Foto Pixabay)

Potremmo anche fare la sperimentazione della sterilizzazione in accordo con Ispra. Il Parco del Circeo è pronto per divenire la prima area europea dove sarà verificata l’efficacia del vaccino su una popolazione di daini collocati allo stato libero, dimostrando finalmente che sono presenti delle alternative in merito alla decisione dell’uccisione degli animali. Le catture sono state bloccate grazie alle proteste che hanno riguardato il Parco. In tal modo, è stata avviata una fase di confronto con le associazioni insieme alle applicazioni di metodi non letali.” hanno affermato i membri della Lav.

Tuttavia, le istituzioni sono fiduciose sul fatto che si possa trovare una soluzione capace di evitare l’abbattimento programmato degli esemplari. La tutela è fondamentale per la loro salvaguardia. Dal punto di vista caratteriale è una specie che si adatta molto bene a vari habitat, cibandosi prevalentemente di foglie, germogli e frutta. Un esemplare particolare che merita attenzione e considerazione.

Speriamo che questo sia il primo passo verso la completa protezione.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

Benedicta Felice

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI