Home News I festival e le ricorrenze di massacri di animali compiuti in tutto...

I festival e le ricorrenze di massacri di animali compiuti in tutto il mondo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:43
CONDIVIDI

MASSACRI AUTUNNO-INVERNO

agnelloSETTEMBRE

EUROPA- Si apre la caccia. Migliaia di specie tra volatili e animali selvatici vengono barbaramente uccisi per un retaggio culturale che non ha più senso oggigiorno. Tanto che molti abbinano questa pratica al concetto di caccia sportiva, col quale viene sancita tutta la mostruosità di questa azione non più mirata alla sopravvivenza, ma sfruttata per puro divertimento.

NOVEMBRE

NEPAL – Durante il Festival di Gadhimai vengono uccisi 300mila bufali per un rito “porta fortuna”. Si tratta di una festa religiosa che si svolge nella regione del Bariyarpur e durante la quale la popolazione è pronta a decapitare un animale per entrare nelle grazie della divinità.

DICEMBRE

NATALE – La ricorrenza religiosa in epoca industriale si è trasformata in una strage ufficiale di agnelli per il pranzo di Natale. Una tradizione preceduta dal ThanksGiving negli Stati Uniti giorno in cui vengono uccisi invece migliaia di tacchini.