Home News I nidi di rondine, un rifugio da proteggere per la loro sopravvivenza

I nidi di rondine, un rifugio da proteggere per la loro sopravvivenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:16
CONDIVIDI

I nidi di rondine, un rifugio naturale da tutelare per la sopravvivenza e il benessere dei genitori e dei loro piccoli nascituri

Rondini sul nido (Foto Facebook)
Rondini sul nido (Foto Facebook)

 

Le rondini sono animali meravigliosi che ci trasmettono un sentimento di speranza e allegria. Spesso però, sono al centro di polemiche per via dei nidi, distrutti dall’insensibilità e dalla crudeltà umana. Tuttavia, alcuni hanno deciso di adottare delle soluzioni per proteggerli e contribuire a rendere migliore l’ambiente. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Potrebbe interessarti anche: Tornano le rondini, Lipu: Distruggere i loro nidi è vietato

I nidi di rondine, un’idea colorata per garantirgli la protezione 

Uccelli nutriti dalla madre (Foto Pixabay)
Uccelli nutriti dalla madre (Foto Pixabay)

Lo sfondo di questa vicenda è Cervia, precisamente un mercato coperto che è divenuto protagonista di una simpaticissima vicenda. Un gruppo di rondini hanno depositato il loro nido sotto il mercato, individuandolo come luogo perfetto per custodire i loro piccoli. Per evitare che, inevitabilmente le deiezioni fossero finite sui balconi sottostanti, i commercianti hanno escogitato qualcosa di straordinario. Essi hanno posizionato degli ombrelli colorati sotto i nidi che hanno una duplice funzione: da un lato raccolgono il materiale mentre dall’altro, rendono migliore l’ambiente.

L’idea ha avuto un grande apprezzamento anche da parte della Lipu di Bergamo. “Gli rivolgiamo i complimenti per la sensibilità e la prontezza dimostrata. Rivolgiamo i nostri ringraziamenti anche a Paolo Brignoli che ci ha regalato delle foto meravigliose anche in vacanza“.

Potrebbe interessarti anche: Rondini: tutti i pericoli e le minacce

Diritti e doveri sulla tutela dei nidi di rondine 

Uccellini di rondine (Foto Pixabay)
Uccellini di rondine (Foto Pixabay)

E’ bene precisare che i nidi di rondine, le loro uova, sono soggetti a protezione secondo la legge n.157/92 appartenenti all’articolo 635 del codice penale. Al riguardo, è stato specificato che se qualcuno arreca disturbo o distrugge i nidi bisogna segnalarlo al Corpo Forestale dello Stato oppure al numero telefonico 1515.

Nonostante gli avvertimenti, gli episodi di violenze ai danni dei nidi continuano a ripetersi senza sosta. In tal modo, i nidi vengono abbattuti e gli uccelli finiscono per perdere il loro riparo. Impedire ciò, è fondamentale per garantirgli la sopravvivenza. Stiamo attenti se ci imbattiamo in un fenomeno del genere.

Nel frattempo, rivolgiamo i nostri complimenti agli autori di tale iniziativa. Le rondini e i loro piccoli gliene saranno grati, per tutta la vita.

Benedicta Felice