Home News Gli studiosi mettono in allerta: non aprite allevamenti di polpi

Gli studiosi mettono in allerta: non aprite allevamenti di polpi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:44
CONDIVIDI

I polpi, animali intelligenti e solitari che a causa delle loro caratteristiche non si rivelano adatti per la creazione di un allevamento della loro specie

Polpo primo piano (Foto Pixabay)
Polpo primo piano (Foto Pixabay)

La richiesta della carne dei polpi sta aumentando notevolmente a livello globale. Tuttavia, se alcuni hanno in mente di iniziare un’attività come allevatore si sbagliano. I ricercatori sconsigliano vivamente l’idea di aprire un allevamento di polpi. I motivi sono vari e sono tutti inaspettati. In primis c’è la diffusione delle malattie, seguite dalla perdita del’habitat e dall’accumulo privo di controllo dei rifiuti di origine animale.

I polpi, le caratteristiche anti-allevamento

Carne di polpo (foto Pixabay)
Carne di polpo (foto Pixabay)

Inoltre, ai motivi citati, se ne aggiunge un altro, dalla portata ancora più grande. I polpi sono degli animali carnivori e ciò comporta la necessità di utilizzare una grande quantità di pescato soltanto per nutrirli. Se ciò avvenisse la situazione peggiorerebbe poiché di solito, si pesca molto più di quello che il mare è in grado di produrre.

A tal proposito, i ricercatori hanno spiegato meglio la questione. “Il nutrimento degli animali acquatici d’allevamento crea una maggiore pressione sui pesci selvatici e sugli invertebrati per la farina del pesce. Infatti, circa un terzo delle catture di pesce diventa mangime per gli altri animali, la metà dei quali è destinato all’agricoltura. Il dato triste è che molte attività legate alla pesca con la farina di pesce sono soggette al sovrasfruttamento e stanno diminuendo drasticamente.”

I polpi, l’analisi degli studiosi 

Polpo viscido (Foto Pixabay)
Polpo viscido (Foto Pixabay)

Inoltre, i polpi vengono classificati come animali molto intelligenti,  territoriali e difficili da allevare in cattività, quindi non costituirebbero un’opzione molto valida per l’acquacoltura. In ragione di ciò, i ricercatori evidenziano un aspetto importante della natura di tali pesci.

Il polpo dispone di impressionanti capacità cognitive e un comportamento complesso. Sono animali  solitari che  diventano aggressivi quando si avvicina un loro simile. Al riguardo,  l’acquacoltura tradizionale risulta inadeguata poiché si basa sulla convivenza degli animali in recinti pieni di esemplari in poco spazio.” sottolineano gli studiosi.

Dunque, se tra i propositi del nuovo anno, rientra anche quello di aprire un allevamento di polpi, beh, sarò meglio cambiare idea e ascoltare il consiglio degli esperti in materia.

Leggi anche :

B.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI