Home News Iguana e tartarughe rare in casa, scattano sequestro e maximulta

Iguana e tartarughe rare in casa, scattano sequestro e maximulta

CONDIVIDI

iguana

La passione per gli animali esotici spesso cozza contro quelle che sono le limitazioni previste dalla Legge. Lo sa bene un giovane di 29 anni che all’interno di casa sua deteneva illegalmente una iguana e due tartarughe dalle guance rosse. Si tratta di due specie rare e che non è possibile in alcun modo tenere come ‘animaletti da compagnia’. Infatti il Tribunale di Lecce ha condannato il ragazzo ad una pena di 90 giorni che è stata mutata in una sanzione pecuniaria di 7500 euro. L’iguana e le due tartarughe intanto sono state poste sotto sequestro ed affidate agli esperti di un parco faunistico situato in zona e nel quale gli animali coinvolti potranno vivere nel modo giusto. A rendere operativo il sequestro sono stati gli agenti del coordinamento provinciale di Nardò, assieme al Nucleo guardie zoofile ‘Agriambiente’ di Lecce. I fatti si svolsero nel comune leccese di Tiggiano ed avvennero nel 2014, quando per l’appunto ci fu un controllo in casa del 29enne da parte delle guardie zoofile. La condanna ha decorrenza a partire dallo scorso 18 febbraio. Inoltre erano presenti anche altre specie di animali, tutte rare.

Iguana e tartarughe rare in casa, scattano sequestro e maximulta

Sempre a proposito di iguana, era accaduto un avvenimento a dir poco sconcertante per la persona che si era ritrovata a vivere una cosa mai vista prima, assieme al suo animale domestico. Ad inizio agosto, nel comune brianzolo di Castellazzo-Bollate, un uomo aveva notato tra gli alberi uno strano animale che si muoveva, mentre era a spasso come altre volte assieme al suo cane. Non ci era voluto molto per notare che si trattava di una grossa iguana, dalle dimensioni di un metro circa. Subito venne inoltrata una segnalazione ai Vigili del Fuoco. E questi erano giunti in poco tempo sul posto, chiamando a loro volta la Polizia Locale di stanza nel Parco delle Groane. Erano così potute iniziare le procedure per recuperare il rettile in totale sicurezza, il tutto senza nuocergli minimamente. La detenzione di animali esotici e dei quali è vietato il possesso può portare molto spesso ad un epilogo come questo: quando arriva il momento in cui l’animale raro diventa indesiderato, la soluzione più semplice quanto più crudele ed irresponsabile è quella di abbandonarlo.

A.P.