Home News Il cagnolino tremante a causa della malvagità umana: la storia di Griff...

Il cagnolino tremante a causa della malvagità umana: la storia di Griff -VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30
CONDIVIDI

Il cagnolino tremante per il timore nei confronti degli esseri umani. Una vita complicata e dolorosa che dopo tanto tempo torna a fiorire

Il cane triste (Foto video)
Il cane triste (Foto video)

Tremava era visibilmente stanco e debole. Il viso era segnato da un’immensa paura, una sensazione che si ripercuoteva anche sul suo fisico, molto debilitato. Stiamo parlando di un cagnolino distrutto dal dolore nell’anima e nel corpo, a causa di alcuni esseri umani privi di scrupoli e di sentimenti. Si chiama Griff e la sua storia è da brividi..

Potrebbe interessarti anche: Cane maltrattato nel negozio di animali: dipendente perde il lavoro – VIDEO

Il cagnolino tremante per la paura degli umani  

Il volto della sofferenza (Foto video)
Il volto della sofferenza (Foto video)

Tutto sembrava perduto nella vita del tenero pelosetto il quale aveva perso ogni speranza di ritrovare la felicità. Un giorno però, qualcosa si è mosso, dopo anni di attesa e altrettanta tristezza. Una signora di nome Angela decise di prendere il cane con sé, sottraendo la sua esistenza ad un destino malvagio. Appena lo vide, lo ritenne “uno spirito distrutto” che aveva bisogno di essere ricostruito, giorno dopo giorno. Così, piena di pazienza e fiduciosa delle sue capacità, comprese quelle del cane, iniziò il suo percorso di “riabilitazione emotiva” dell’animale. Il compito della donna non fu facile poiché il cane aveva problemi fisici e morali. Una grave infezione, mai curata, gli aveva fatto perdere il pelo mentre il forte stress subito lo rendeva timido e riservato. Il timore provato nei confronti degli esseri umani era talmente grande da renderlo simile ad un animale selvatico. Il suo comportamento era difficile ma questo non scoraggiò Angela, intenzionata a restituirgli una nuova vita.

Potrebbe interessarti anche: Cane maltrattato perde un occhio: questo non gli impedisce di giocare

Con il tempo, la sua costanza è stata premiata, donando una nuova fiducia al quattro zampe. All’inizio, il cane rimaneva nella sua gabbietta, facendo fatica ad uscire fuori. La padrona gli comprò una comoda cuccia che gli fece acquistare ancora più sicurezza nella donna. Gli sforzi di Angela iniziarono a produrre nuovi frutti. Lo fece uscire poche volte e non fu semplice abituarlo perché esso si sentiva destabilizzato. Il solo fatto di rimanere fuori casa, gli ricordava il periodo trascorso nelle strade della città, cercando di sopravvivere. La medesima sensazione la provava quando doveva scendere le scale che passo dopo passo fu in grado di superare.

Impresa andata a buon fine 

Il giardino della felicità (Foto video)
Il giardino della felicità (Foto video)

La missione di Angela, giunse a compimento. Il cane acquistò la fiducia negli umani e in sé stesso. Se prima, stare fuori casa, era una tortura, ora per lui le passeggiate erano una bellissima distrazione quotidiana. Anche il suo aspetto migliorò in modo deciso, perché finalmente aveva un bel manto da sfoggiare. Quando il cucciolo si riprese dalla sua agonia, una famiglia lo adottò donandogli una vita piena di amore. Oltre all’affetto, il quattro zampe, poteva contare anche su una splendida compagnia perchè ad attenderlo c’era anche un altro amico a quattro zampe, destinato a diventare il suo fratellino.

Finalmente, Griff aveva la vita che aveva sempre desiderato ma che non sperava più di ricevere in regalo. Il suo cambiamento lo deve tutto ad Angela, la donna alla quale sarà sempre riconoscente.

Grazie Angela, anche da parte nostra.

Benedicta Felice