Home News Il gattino “traballante” per la sua malattia dal grande coraggio

Il gattino “traballante” per la sua malattia dal grande coraggio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00
CONDIVIDI

Il gattino “traballante”, un felino che soffre di una malattia che gli fa avere problemi di movimento ma non gli ha fatto perdere la vitalità

Il micio rilassato (Foto Pixabay)
Il micio rilassato (Foto Pixabay)

 

Faceva fatica a mangiare e a stare in piedi. Era sottopeso e aveva un grande bisogno di attenzioni. Poi, un giorno, in maniera del tutto inaspettata, qualcuno lo ha trovato e lo ha condotto all’Animal Welfare League di Arlington dove però non ha ottenuto i risultati sperati. A quel punto, il gattile ha ritenuto opportuno contattare i veterinari per donargli tutte le cure adatte a lui.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto più piccolo del mondo è il Prionailurus rubiginosus

Il gattino “traballante”, una vicenda piena di speranza 

Il piccolo micio (Foto Pixabay)
Il piccolo micio (Foto Pixabay)

I medici contattati sono stati i veterinari della Nova Cat Clinic che dona il suo sostegno ai gattini, per merito delle donazioni effettuate al Chris Griffey Memorial Feline Fund che si ritrovano a vivere situazioni critiche e purtroppo sono rimasti orfani. Per individuare il problema da cui era affetto, il micio è stato sottoposto a tutti gli esami del caso dai quali è trapelato che si tratta di un’infezione di carattere sistemico. Allora, gli sono stati somministrati degli antibiotici ma tutto questo, non è ancora bastato.

Il micio continuava a non migliorare e allora i medici hanno approfondito la questione di salute, notando altre cose. Dalle altre analisi è emerso che “il felino presentava un’ipoplasia cerebrale. Il suo cervelletto non si è sviluppato in modo corretto e gli ha provocato difficoltà di movimento. La sua condizione di salute comporta un andamento del passo definito traballante che non gli permette di vivere in maniera completa la sua esistenza“. Per lui è stato scelto il nome “Quark” che richiama la particella subatomica della fisica quantistica.

A causa della sua malattia, il felino necessita di tante accortezze e comodità nella sua abitazione. L’abitazione del felino deve essere priva di spigoli o strutture pericolose dalle quali il micio potrebbe cadere e ferirsi. I veterinari della struttura lo dipingono come un esemplare amante delle coccole e della dolcezza. Quando sarà grande potrà essere adottato da una famiglia che sia in grado di ricoprirlo di un amore incondizionato ed eterno.

Rivolgiamo al piccolo, i nostri migliori auguri per una vita piena di serenità.

 

Benedicta Felice