Home News Il pappagallo ara blu, una biologa brasiliana lo ha salvato dall’estinzione

Il pappagallo ara blu, una biologa brasiliana lo ha salvato dall’estinzione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:17
CONDIVIDI

Il pappagallo ara blu, la specie in via di estinzione, salvata dai sacrifici di una biologa brasiliana. Una fonte di ispirazione per tutto il Paese

Pappagallo ara blu espressivo (Foto Pixabay)
Pappagallo ara blu espressivo (Foto Pixabay)

Salvare il pappagallo ara blu dall’estinzione. E’ questo il lodevole e originale obiettivo di Nelva Guedes la biologa brasiliana che ha dedicato trent’anni della sua vita alla tutela delle specie in via di estinzione. Nello specifico, la biologa si è occupata della conservazione della specie del tipo di pappagallo citato, salvandolo dal pericolo di estinzione. L’animale grazie al suo impegno e ai sacrifici dell’Istituto Arara Azu, da lei fondato, è stato dichiarato fuori pericolo. La sua categoria è stata ritenuta vulnerabile  dalla IUCN, in quanto, della sua specie ne sono rimasti soltanto 4mila esemplari adulti. Per la donna, la tutela del pappagallo blu è diventato un vero e proprio progetto di vita.

Il pappagallo ara blu e la promessa mantenuta di Nelva

Gli splendidi colori del piumaggio (Foto Pixabay)
Gli splendidi colori del piumaggio (Foto Pixabay)

Nelva Guedes nutre per tali specie di animali una vera passione, confermata dai suoi studi in biologia e dopo la laurea, dal conseguimento del master in zoologia avente come oggetto lo studio dell’ara blu. Fin da subito, il suo scopo è stato quello di sensibilizzare la comunità sul valore di questa specie, cercando di incoraggiare la popolazione a collaborare sulla conservazione del volatile.

La causa del pericolo di estinzione risiede nella caccia illegale, elemento che lo ha fatto aggiungere nell’elenco delle categorie a rischio. Purtroppo però non è l’unico motivo per il quale l’animale fa parte dell’elenco nominato. Le altre ragioni si situano negli incendi che gli allevatori appiccano ogni anno nelle aree dedicate alla sua nidificazione e al fatto che i territori che una volta venivano da esso occupati, sono impraticabili per la costruzione di fattorie, dighe idroelettriche e piantagioni.

Il pappagallo ara blu, l’impegno della donna è stato riconosciuto

Il pappagallo in gabbia (Foto Pixabay)
Il pappagallo in gabbia (Foto Pixabay)

L’impegno e la dedizione della biologa non sono stati ignorati dagli esperti ma sono stati premiati a dovere. Per merito della sua costanza, la donna è riuscita a candidarsi, per la categoria scienze e salute del Faz Diferença 2020 AwardIl premio è stato fondato dal quotidiano Globo che ha evidenziato l’impegno della donna come fonte di ispirazione per tutto il Paese. La biologa ha raggiunto il suo scopo, finalizzato anche al riconoscimento del valore della vita nella natura.

Un’attività importante che funge da esempio per tutti noi.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

B.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI