Home News Impicca il cane: video shock indigna i social

Impicca il cane: video shock indigna i social

CONDIVIDI
@screen shot video youtube
@screen shot video youtube

Non vorremmo diffondere queste immagini che ledono la sensibilità delle persone. Purtroppo si tratta di denunciare ancora una volta una mentalità difficile da sradicare, quella per cui la vita di un animale non è importante e l’indifferenza nei confronti della sua sofferenza.

Ci si chiede come questa donna protagonista di un video che ha scatenato la polemica, voluto uccidere, impiccandolo, un cagnolino di taglia medio piccola. Ucciderlo nel senso di togliere la vita ad un piccole essere vivente che ha solo la colpa di essere indifeso.

Il filmato condiviso sui social con l’hashtag #LadyMataPerros, (donna ammazza cane), è diventato virale e adesso, numerosi utenti così come le associazioni animaliste stanno chiedendo giustizia.

Siamo nella periferia di Colima, in Messico. Una donna è stata ripresa mentre prende un cagnolino e li impicca ad un albero, aspettando che muoia per soffocamento. Il povero animale inizialmente si dimena e poi cede, inerme. Una persona ha ripreso il fatto, incitando la donna a smettere, ma non ha fatto nulla per salvare il povero animale ed è complice a sua volta di questo crimine. La donna si difende e commenta che il cane ha ucciso il cagnolino di suo figlio. Tuttavia, ci risulta davvero difficile pensare che quel cane di taglia piccola si sia potuto scagliare contro un altro cane uccidendolo.

Nessuna pietà trapela dallo sguardo della donna che, al contrario verso la fine del filmato, di una durata di 1 minuto e 53 secondi, si accerta che l’animale sia morto. Tuttavia, secondo le indiscrezione trapelate dai media messicani, dopo la segnalazione, la Organización Protectora de Animales de Cuauhtémoc (OPAC) si sarebbe recata sul posto, trovando il cagnolino vivo e provvedendo a recuperarlo per metterlo in sicurezza.

Il sindaco della cittadina, teatro dell’orrore, Rafael Mendoza ha dal canto suo presentato una denuncia, confermando che il cane è sopravvissuto alla violenza. La donna, riferiscono le autorità, sarà anche indagata per maltrattamento sui figli oltre che per violenza e crudeltà verso gli animali. Un elemento che confermerebbe la tesi per cui chi maltratta un animale è pericoloso per l’uomo.

Adriana Buenrostro, membro dell’associazione Animal Héroes ha ricordato che tra gli stati messicani, a Colima si registrano il maggior numero di abusi e crudeltà nei riguardi degli animali. Ecco perché Buenrostro ha presentato una denuncia al ministro pubblico per chiedere che siano applicate le leggi.

Per una volta preferiamo non inserire il video. Ecco il link dove visionarlo (Attenzioni immagini forti)