Home News Primo caso impollinazione: la scoperta di un insetto lo sposta indietro di...

Primo caso impollinazione: la scoperta di un insetto lo sposta indietro di milioni di anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:42
CONDIVIDI

Dei ricercatori hanno ritrovato un insetto impollinatore e del polline che spostano indietro il primo caso di impollinazione di milioni di anni.

primo caso impollinazione
Un artista raffigura la A. burmitina che preleva il polline Disegno di Ding-hau Yang Foto Indiana University

Il primo caso noto di un insetto che impollina un fiore è accaduto 99 milioni di anni fa, secondo uno studio che riporta indietro il primo caso documentato del processo di almeno 50 milioni di anni di quanto si pensasse in precedenza.

Primo caso impollinazione, un insetto impollinatore lo sposta indietro di milioni di anni: il test e i risultati

Primo caso impollinazione insetto impollinatore polline
Ambra con la Angimordella burmitina e il polline Foto Nanjing Institute of Geology and Palaeontology

Lo studio, pubblicato sulla rivista PNAS, si basa sulla scoperta di resti fossili di un coleottero insieme a del polline presente sul suo corpo in un pezzo di ambra, nel profondo di una miniera nel Myanmar settentrionale.

I ricercatori, tra cui David Dilcher dell’Università dell’Indiana, negli Stati Uniti, hanno affermato che i 62 campioni di polline scoperti nell’ambra mostrano caratteristiche che indicano che si sono evoluti per diffondersi attraverso il contatto con gli insetti. Queste caratteristiche, hanno detto, includevano le dimensioni del polline, la “decorazione” e la capacità di aggregazione.

I ricercatori hanno affermato che il polline non è stato facile da trovare poiché era nascosto nei peli del corpo dell’insetto e poteva essere scoperto solo con una tecnica chiamata microscopia laser confocale.

Prima impollinazione nella storia: l’analisi sullo “scarabeo” Angimordella burmitina

Fonte video PNAS 

Hanno spiegato che l’analisi poteva essere fatta perché i chicchi di polline si illuminano sotto la luce della fluorescenza, contrastando fortemente con l’oscurità del guscio dell’insetto. L’insetto nell’ambra, osserva lo studio, è una specie di scarabeo di recente scoperta, che gli autori hanno chiamato Angimordella burmitina.

Secondo i ricercatori, l’insetto aveva diverse strutture fisiche specializzate come la forma del corpo e le parti della bocca che trasportano il polline, suggerendo che fosse un impollinatore. L’insetto somiglia a uno scarabeo: di recente è stata fatta un altra scoperta importante in tal senso, come vi abbiamo raccontato qui Greta Thunberg: il Museo di Storia Naturale di Londra dà il suo nome a un insetto FOTO.

David Dilcher ha rivelato che questa è stata davvero una scoperta fortuita per diversi motivi. Raramente nello stesso pezzo di ambra sono stati ritrovato sia il polline che un insetto impollinatore. Oltre alla scoperta che gli insetti trasportavano il polline molto prima di quanto si credeva finora, questa è anche la prova dell’evoluzione cooperativa tra insetti e fiori.

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI