Home News Angeli dei 4 Zampe Incastrato nella vasca: che paura per il povero cane! – VIDEO

Incastrato nella vasca: che paura per il povero cane! – VIDEO

CONDIVIDI
(screenshot Youtube)

È stato salvato “per il collare” un cane che è rimasto intrappolato in una vasca da bagno, sabato. Secondo Broward Sheriff Fire Rescue, la zampa dello schnauzer di 12 anni è rimasta bloccata all’interno del tubo di scarico di una vasca in una casa di Fort Lauderdale. Dopo aver provato a liberare il cane, il proprietario ha finito per chiamare i vigili del fuoco. Il capitano del nucleo di salvataggio della Broward Sheriff Fire Rescue, Kevin Meyers, ha descritto quanto accaduto. “Il cane era agitato. Si potrebbe dire che stava lottando cercando di mettere piede fuori, ovviamente con sofferenza”, ha detto.

Meyers ha detto che i primi soccorritori hanno somministrato medicine per calmare il cane. “Le unità della stazione 14 hanno gestito la situazione in modo molto efficace. Hanno dato al cane un po’ di Benadryl con un veterinario di emergenza al telefono”, ha detto. Quindi ha aggiunto: “La dose corretta di calmanti somministrata calmò il cane. Ci ha permesso di entrare nella vasca ed effettuare le nostre operazioni”. Una squadra di soccorso tecnico ha utilizzato attrezzature specializzate per liberare la zampa del cane. Lo schnauzer, di nome Angel, sta bene e sta recuperando.

GUARDA VIDEO

Incastrato in una buca, ma non solo: i casi italiani

Episodi di animali che restano incastrati e vengono salvati sono all’ordine del giorno anche in Italia. Due episodi su tutti: qualche giorno fa, qualcosa di simile è successo nel territorio inglobato all’interno del comune di San Marcello Piteglio, in provincia di Pistoia. Un cane si era intrufolato all’interno della tana di un istrice. E dopo aver inseguito l’animale ed aver provato a farlo uscire, è rimasto incastrato. Ci sono volute due ore per trovare un esito favorevole in questa vicenda.

Appena qualche giorno prima, sempre in Toscana, aveva vissuto una brutta esperienza un povero gatto. Questi era rimasto incastrato nel motore di un veicolo è riuscito a sopravvivere nonostante la sua terribile condizione ed i circa 50 km percorsi così, mentre era rimasto prigioniero nel cofano di un’auto. Il micio è stato scoperto in questo stato solamente all’arrivo del conducente a Firenze, dopo essere partito dalla località di Certaldo, in provincia del capoluogo toscano.

GM