Home News Incendi in Australia, milioni di animali morti: il bilancio non è definitivo

Incendi in Australia, milioni di animali morti: il bilancio non è definitivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:17
CONDIVIDI

Australia avvolta dalle fiamme. Oltre 8 milioni di ettari distrutti e mezzo milione di animali selvatici morti. Il dramma di un continente

australia incendi animali

A cosa serve parlare di tutela dell’ambiente, lotta ai cambiamenti climatici e conservazione delle specie di fronte a una catastrofe drammatica che nell’arco di pochi mesi settimane si rivela una devastazione senza pari.

Gli incendi che stanno colpendo l’Australia hanno raso al suolo oltre 8 milioni di ettari. Una trentina di persone sono morte, mentre sono circa 2 mila le abitazioni distrutte. Alcune delle regioni più belle del continente come il Nuovo Galles del Sud e Victoria sono state trasformate in uno scenario surreale con ettari ed ettari di terre bruciate. Migliaia le persone e i turisti intrappolati dalle fiamme.

Un disastro che ha un impatto devastante su tutto il paese. Quasi mezzo milioni di animali selvatici sono morti, senza considerare gli animali domestici e negli allevamenti per cui si arriva ad oltre mezzo miliardo di animali morti a causa delle fiamme.

A sostegno dei soccorsi è stata promossa una serata di raccolta fondi, alla quale hanno contribuito numerose celebrità tra le quali Nicole Kidman e suo marito, Keith Urban, donando ben 500mila dollari. Anche molte aziende e esocietà tra le quali la compagnia mineraria anglo-australiana Rio Tinto ha donato oltre 700.000 dollari.

Sul posto operano migliaia di soccorritori, tra vigili del fuoco, protezione civile ma anche gruppi di salvataggio per la fauna selvatica come Wires mentre la Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals sta raccogliendo il maggior numero di fondi, alimenti, coperte e medicinali per aiutare gli animali. Il Port Macquarie Koala Hospital e il World Wildlife Fund Australia hanno avviato i soccorsi, ricoverando decine di koala da ottobre per i quali sono stati raccolti milioni di dollari grazie a GoFundMe.

Il WWF accende i riflettori sul rischio estinzione di alcune specie autoctone australiane simbolo del paese.

–> I Marsupiali australiani più noti: dal canguro, al koala fino all’Opossum

“I koala si stanno dirigendo verso l’estinzione nel Nuovo Galles del Sud e nel sud-est del Queensland entro il 2050”, ricorda il WWF.

Un terzo dell’intera popolazione dei koala è stato decimato negli incendi mentre la terra continua a bruciare.

Da diversi anni, l’Australia sta attraversando una delle peggiori crisi di siccità. Le ultime stagioni estive sono state tra le più calde mai registrate dall’inizio del 1900 e gli scienziati puntano il dito sui cambiamenti climatici.

Purtroppo, gli animali e l’ambiente sono ancora una volta vittime dell’operato umano. Dall’inizio della stagione degli incendi, sono morti oltre mezzo miliardi di animali, tra i quali 480 mila appartenenti a specie selvatiche. L’attività umana per i ricercatori sta creando il sesto evento di estinzione di massa, provocando catastrofi e destabilizzando gli ecosistemi. Incendi, inquinamento che colpisce le barriere coralline e la deforestazione hanno compromesso in modo irreparabile la biodiversità.

Bilancio incendi Australia

Le autorità non hanno ancora una cifra reale di quanti animali siano deceduti, tuttavia, secondo le stime, sarebbero milioni di esemplari morti. La mappa degli incendi registrati da settembre 2019 a gennaio 2020 mostra un continente in balia delle fiamme.

Tracy Burgess, volontaria presso Wildlife Information, Rescue and Education Services (WIRES), ha dichiarato di essere preoccupata per il fatto che i soccorritori non stanno ricevendo molti animali nei centri di recupero. “Ci stiamo prendendo cura degli animali, ma la preoccupazione è che non ci siano più animali”, ha dichiarato la Burgess a Reuters.

Specie selvatiche autoctone come Opossum, canguri e koala sono seriamente a repentaglio.

Di fronte all’emergenza, le autorità hanno invitato i cittadini a dissetare e a fornire alimentazione alle specie selvatiche. Cosa che di norma è severamente vietato.

Le immagini drammatiche proveniente dall’Australia pubblicate in rete mostrano koala totalmente ustionati, salvati dai cittadini, animali disidratati che si trascinavano verso le piscine delle abitazioni.

Gli incendi hanno anche colpito gli allevamenti e nella regione di Victoria e Nuovo Galles del Sud, l’impatto è stato devastante. Nelle due regioni si contano 8,6 milioni di pecore e 2,3 milioni di bovini presenti negli allevamenti. Secondo le stime, il 12% dei greggi è stato vittima degli incendi così come il 9% del bestiame. Un bilancio che per gli allevatori non è ancora definitivo.

200 persone arrestate per incendi in Australia

Le autorità australiane hanno annunciato di aver arrestato arrestate 183 persone tra il Queensland, Nuovo Galles del Sud,  Victoria, in Australia Meridionale e in Tasmania accusate di aver provocato gli incendi negli ultimi mesi. L’elemento più sconcertante è che nel 70% dei casi si tratta di minori o giovani al di sotto dei 21 anni.

“Il legame tra incendiari e incendi mortali che devastano l’Australia ogni estate è ben noto e ben documentato e aumentano rapidamente durante il periodo delle vacanze scolastiche”, riferisce Simon Kent di Breitbart.

Circa l’85% degli incendi è causato dagli umani in modo intenzionale o accidentalmente, riferiscono le autorità.

Australia: le drammatiche testimonianze

Sono numerose le testimonianze raccolte in rete. Immagini tragiche e scioccanti. Ettari di allevamenti cosparsi di carcasse di bovini, ovini e cavalli. Specie selvatiche vittime degli incendi che tentavano di fuggire, rimaste intrappolate nelle reti.

Lo scenario è apocalittico mentre sul posto i volontari stanno ancora operando nell’attività di recupero e di soccorso. Molti cittadini si sono uniti agli animali. Immagini commoventi degli abbracci degli animali che si abbandonano alle cure dell’uomo. Le grida disperate di esemplari gravemente ustionati e salvati per miracolo. Con gli hashtag #australiafire, #australiabushfire o #australiaburning vengono condivise migliaia di video, fotografie e storie che raccontano la disperazione di una Nazione, la corsa contro il tempo dei soccorritori e il dramma degli animali vittime innocenti.

Guarda il video della strage:

Le testimonianze della rete

Patrick Boyle da solo ha salvato 7 koala

 This is Patrick Boyle.

Video sui social

Mamma Koala

Il koala ustionato

Il ciclista disseta koala

Leggi anche–>

Incendi in Australia: ecco un modo concreto per noi per aiutare i koala
Cane salva gregge di pecore dagli incendi in Australia
Australia: un adolescente dona refrigerio ad un canguro ustionato
Estinzione dei koala: i cani in aiuto delle vittime degli incendi in Australia

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizieSEGUICI QUI