Home News India, elefanti abusati a scopo turistico: la denuncia di un fotografo

India, elefanti abusati a scopo turistico: la denuncia di un fotografo

CONDIVIDI

India, elefanti abusati a scopo turistico in un parco naturale: un fotografo è rimasto inorridito da quello di cui è stato testimone, la denuncia.

elefanti abusati
(Pixabay)

Un fotografo è rimasto inorridito quando ha visto elefanti subire abusi, incatenati e percossi con bastoni di bambù, costretti a trasportare turisti in India in una riserva naturale. Norman Watson aveva viaggiato nel famoso Parco Nazionale di Bandhavgarh nel Madhya Pradesh, nell’aprile 2019, per fotografare le tigri selvagge protette e qui ha scoperto la spregevole crudeltà verso gli elefanti. Secondo The Sun, Watson ha visto le guide frustare gli elefanti con canne di bambù e ha potuto udire gli “elefanti urlanti in agonia”. Ha anche descritto elefantini incatenati ad alberi e gabbie.

La denuncia del fotografo sugli elefanti abusati e i precedenti

“Siamo rimasti scioccati”, ha dichiarato Watson mentre lui e molti altri testimoni hanno visto e sentito gli elefanti subire abusi. Quindi ha proseguito: “Le urla degli elefanti quando sono stati montati hanno causato un brivido lungo la mia spina dorsale”. Il sito web della riserva naturale pubblicizza gli elefanti che sono abituati a trasportare i turisti durante le visite al parco. Il sito ha anche dichiarato che per poter cavalcare gli elefanti, occorre “il permesso scritto” rilasciato dal direttore del parco. Le guide degli elefanti, noti come mahouts, abusano ripetutamente degli elefanti con i bastoncini di bambù. I pachidermi possono trasportare fino a sei persone per volta, mentre i cuccioli vengono tenuti chiusi nelle gabbie.

“Dovrebbero essere banditi dal tenere qualsiasi tipo di animale e certamente non gli elefanti”, conclude il fotografo, secondo il quale questi pachidermi dovrebbero essere invece protetti da abusi in tutto il continente asiatico. Non è certo la prima volta che viene denunciato qualcosa del genere: nelle scorse settimane era emersa la vicenda di un elefantino morto per il troppo sforzo in Thailandia, mentre insieme alla mamma veniva abusato come attrazione turistica. Sempre nel Paese del Sud Est Asiatico, nello zoo di Khao Kheow, un elefante è stato costretto ad immergersi in piscina per fare spettacolo. Con l’accusa di fare profitti sullo sfruttamento degli elefanti, è finito nell’occhio del ciclone anche Tripadvisor.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI