Home News Isole Eolie, avvistati diversi esemplari di Delfino di Risso

Isole Eolie, avvistati diversi esemplari di Delfino di Risso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:53
CONDIVIDI

Nelle acque dell Isole Eolie, esattamente in quel di Lipari, avvistati dei bellissimi esemplari di Delfino di Risso. Parla la biologa Monica Blasi.

delfino di risso
Avvistamento di due Delfino di Risso (Getty Images)

Nella odierna società siamo abituati a dare tutto per scontato. Il cibo, l’acqua, la tecnologica. Insomma tutti aspetti che un tempo dovevamo “conquistare”, ingegnandoci nel farlo e nel portarlo a termine, e che ora abbiamo a portata di mano. Tale discorso si rifà al fatto che l’innovazione e l’avanzamento della società in termini di sviluppo ci fa dimenticare cose per le quali un tempo potevamo fare “grossi salti sul divano”.

Tutto questo per dire che: a volte, anzi molto spesso, la sola forza che ancora ci può sorprendere è quella della natura. La natura: colei che, come dicevano i greci, sempre è stata, è, e sarà sullo sfondo e che nessun dio o uomo fece. Bell’insegnamento potremmo dire. E parte della natura, oggi, è costituita dalla fauna, terrena e marina. Forse, anzi quasi sicuramente, gli animali sono gli unici che ci riescono a sorprendere grazie alla loro bontà d’animo o, magari, grazie a qualche loro strana, ma neanche troppo, apparizione.

Ti potrebbe interessare anche: Non solo dai familiari: i delfini imparano a cacciare imitando gli amici

Delfino di Risso nelle Isole Eolie: parla la biologa romana Monica Blasi

delfini imparano caccia
Un gruppo di delfini (Foto Adobe Stock)

Natura marina. Mari splendenti. Fauna che torna ad apparire come un vero e proprio miracolo. Sul finire dell’estate, come era accaduto con precedenti e nuovi avvistamenti nei mari italiani, sono tornati a “salutarci” i Delfini di Risso. Un’importante notizia che è stata riportata, direttamente, da un’esperta del settore: Monica Blasi.

Quest’ultima è una biologa romana che a Filicudi, un’isola dell’Italia appartenente all’arcipelago delle isole Eolie, gestisce un “mini ospedale” per curare delfini, tartarughe e capidogli.

Monica Blasi si è lasciata andare a parole d’amore e di grande ammirazione: “Incredibile passaggio di questi esemplari nelle acque delle isole Eolie – afferma la biologa – Questa specie di cetaceo appartenente al sott’ordine degli odontoceti ed è molto rara da osservare dalle nostre parti. Una volta era presente ma poi da anni era sparita la sua presenza in queste acque”

Chiaro a tutti: erano anni che non si vedeva da quelle parti. Così, una volta tornata, la biologa prosegue il suo discorso in codesta maniera: “Tuttavia ora la fortuna ci ha baciati ripagandoci con questo splendido avvistamento delle tante ore di fatica e di monitoraggio in mare con i nostri volontari dei campi di ricerca 2020 di ‘Filicudi widlife conservation'”.

Poi l’auspicio finale: “Speriamo  che questo avvistamento sia di buon auspicio e ci faccia ulteriormente riflettere sull’importanza di proteggere al più presto il mare Eoliano affinché anche le future generazioni possano godere di questi spettacoli meravigliosi della natura”.

Davide Garritano