Home News Angeli dei 4 Zampe Kiah, mamma inconsolabile, “adotta” dei peluche – VIDEO

Kiah, mamma inconsolabile, “adotta” dei peluche – VIDEO

CONDIVIDI
Kiah
(screenshot video)

Una cagnetta senza tetto e maltrattata è stata consolata da alcuni peluche, dopo aver perso i suoi cuccioli dei quali era incinta. Era stata ritrovata nella contea di Bartow. Dopo aver perso la sua cucciolata, solo una cosa ha confortato la cagnetta. L’animale è stato trovato ai bordi di una strada rurale della Georgia, fredda, affamata e incinta di una cucciolata. Intorno a lei non si vedeva nessun proprietario. Si trattava di un incrocio tra un labrador retriever e un pitbull, che ha vagato per le campagne della contea di Bartow, a nord di Cartersville, in Georgia, per circa due settimane.

Poi un buon samaritano l’ha trovata e si è rivolto a Caroline Claffey, una volontaria della Cherokee County Humane Society, ad Acworth. Questa l’ha presa in consegna il 30 dicembre scorso e si è resa subito conto che la povera cagnetta aveva paura dell’uomo ed era molto diffidente. Quindi la volontaria si accorge che è incinta e che anche in precedenza aveva avuto altre cucciolate. La cagnetta, inoltre, ha i denti rotti: non era chiaro se qualcuno lo abbia fatto deliberatamente o se si fosse fatta male nel rosicchiare le sbarre di qualche gabbia.

La migliore delle ipotesi è che abbia vissuto nel cortile di qualcuno, dove non è stata sterilizzata, è stata trascurata e ha avuto diverse cucciolate, sostiene la volontaria. L’animale è stato ribattezzato Kiah, che vuol dire “nuovo inizio”. Ma la volontaria ha aggiunto: “Nella peggiore delle ipotesi, è cresciuta in un allevamento di cuccioli e ha appena avuto una cucciolata dopo l’altra con pochissimo intervento medico”. Nella spina dorsale di Kiah, inoltre, c’erano dei vecchi proiettili di fucile.

Tentato il taglio cesareo

Il veterinario che l’ha presa in cura ha spiegato che aveva verosimilmente quattro anni e ha effettuato un taglio cesareo per provare a far nascere i cuccioli. Un tentativo tanto disperato quanto inutile: i piccoli dentro di lei erano già morti da diversi giorni. Kiah si è ripresa dall’anestesia ed era “disperata e confusa”. Gli animali – sottolinea la volontaria che l’ha assistita – vivono le nostre stesse emozioni.

In genere, quando un cane dà alla luce un cucciolo nato morto, ha l’opportunità di annusarlo e di vederlo e capire cosa è successo e di accettare che sia morto. Kiah venne poi portata a contatto con un’altra cucciolata, ma si rifiutò di avvicinarsi. Sembrava davvero inconsolabile. Poi qualcuno suggerisce a Caroline Claffey di provare a far giocare la cagnetta con dei peluche e avviene l’incredibile.

L’incontro con i peluche

All’inizio, era sospettosa dei nuovi giocattoli. “Quando li misi per la prima volta nella sua scatola, non potevo dire se le piacevano o se era solo arrabbiata che stavo mettendo le cose nella sua scatola”. Due ore dopo, la volontaria va a controllare e scopre che Kiah sta giocando con quei cuccioli. Ora la cagnetta si raggomitola con loro nella sua scatola, li abbraccia mentre dorme e mangia solo se sente la ninnananna che suona uno dei giocattoli di peluche.

GUARDA VIDEO

GM