Home News La padrona ha l’epilessia, Colt non la lascia mai da sola –...

La padrona ha l’epilessia, Colt non la lascia mai da sola – VIDEO

CONDIVIDI
(ritaglio video)

Colt, un labrador inglese, ha una capacità davvero straordinaria: quella di salvare la sua padrona, che soffre di epilessia e ha spesso attacchi. Su Youtube i suoi video sono seguitissimi e in particolare un tutoriale che mostra la giovane donna affetta da Tbi mentre addestra l’animale a soccorrerla è stato visualizzato circa 600mila volte, divenendo virale. Nel video si vede lei distesa per terra, mentre finge la crisi. Colt, senza pensarci due volte, si posiziona sotto la testa. In tal modo, evita violente oscillazioni del capo e quindi la possibilità di gravi lesioni.

Il gatto Beebz, angelo custode di Annie

Colt è diventato per la sua padrona una sicurezza, esattamente come il gatto Beebz, vero e proprio angelo custode di un’adolescente di Halstead nell’Essex, Annie Barter. La giovane ragazza soffre di epilessia. Il suo amato gatto, nato e cresciuto nella famiglia Barter, non abbandona mai la sua padrona. Interviene per svegliarla dandogli dei leggeri colpi di zampette sulla testa e mordicchiando i capelli.

“Non appena Annie cade a terra con le convulsioni, Beebz sente il botto e corre su per le scale e poi si mette accanto a lei e le lecca il volto. Miagola dolcemente e le lecca le dita dei piedi. Non è frenetico, è molto calmo, le tira delicatamente i capelli e cammina su di lei. Ma non appena le si sveglia, Beebz se ne va, come se il suo lavoro fosse finito. E’ davvero uno spettacolo da vedere!”, ha raccontato la madre della giovane.

Il bel gesto di Luna

Non solo epilessia, sono tanti i casi in cui i cani si rivelano i migliori amici dell’uomo. Di recente, ad esempio, ha emozionato la vicenda della piccola Luna, una cagnetta che, qualche giorno fa, ha contribuito a salvare la vita al proprio padrone, Pietro Bottino, 79 anni, di Barbania, nel torinese. L’anziano era alla guida della sua auto, una Fiat Panda, quando questa è finita giù in una scarpata, ribaltandosi e restando incastrata tra due alberi. Quest’ultimo particolare è stato provvidenziale, perché ha attenuato l’urto.

Quanto accaduto dopo è stato raccontato sui social network dai figli del pensionato: “Luna, la nostra cucciola è stata bravissima. Uscita dall’abitacolo attraverso il parabrezza rotto, ha fatto una lunga corsa fino alla prima abitazione, percorrendo oltre un chilometro. Qui ha attirato l’attenzione del nostro caro amico Gabriel Munulli che ci ha prontamente avvisato. Grazie Gabriel. Brava Luna. Grazie a tutti i soccorritori”. Lo scorso anno, vi abbiamo mostrato un video in cui si vede un cane praticare un massaggio cardiaco, ma le storie a lieto fine in cui gli amici a quattro zampe salvano i loro padroni – ma anche degli sconosciuti – sono davvero decine. Un motivo in più per evitare gesti davvero squallidi come quello di abbandonarli o maltrattarli.

GM