Home News L’Aquila: vandalizzato monumento cani da soccorso

L’Aquila: vandalizzato monumento cani da soccorso

CONDIVIDI

Un atto vile che ha colpito il simbolo degli eroi che hanno salvate vite dopo il terremoto

cani da soccorso
Monumento ai Cani da Soccorso a L’Aquila

Molte persone senza di loro, non sarebbero sopravvissute al sisma che ha colpito L’Aquila nel 2009. Subito dopo il terremoto, i cani da soccorso erano i primi ad arrivare sul posto. Tra questi, anche Tommy, un bellissimo Labrador delle squadre cinofile dei Vigili del fuoco di Lecce, premiato “Cani con le stellette”, conferitogli dall’allora Presidente della Repubblica Napolitano e venuto a mancare, all’età di 13 anni. La morte di Tommy, avvenuta a pochi giorni dal decennale del devastante sisma che ha devastato il Centro Italia, è stata ricordata da tutti. Tommy aveva infatti contribuito a salvare tre vite e altri suoi simili altrettante.

Per rendere omaggio all’operato di questi animali era stato realizzato un monimento ai cani eroi del sisma a l’Aquila, finanziato dalla Protezione civile di Ghedi nel bresciano in occasione del Decennale dal Sisma. A distanza di sole 24h il monumento è stato vandalizzato.

La mano di bronzo che faceva parte del piccolo monumento è stata fortunatamente ritrovata in un cespuglio. Dura la condanna della protezione civile di Ghedi in un post pubblicato su Facebook:

Il caso ha suscitato numerose critiche, tra le quali il commento di Rinaldo Sidoli, segretario di Alleanza Popolare Ecologista.

“Vandalizzare il monumento dedicato ai cani eroi del sisma avvenuto a L’Aquila nel 2009 è uno sfregio alle unità cinofile che insieme ai loro fidi compagni rischiano la vita per il prossimo. Le zone in cui si infila il cane da soccorso sono aree molto pericolose, dove i volontari non possono accedere. Quella statua rappresenta un simbolo di pace e solidarietà”, scrive Sidoli, sottolineando come il valore e “l’impegno degli ‘angeli a quattro zampe’ ha permesso di trarre in salvo tante vite. La mano che spuntava da sotto le macerie in cerca di aiuto sarà ricollocata al suo posto, vicino al cane da soccorso, che fiuta tra le macerie”.

Unanime la condanna al gesto di vandalismo, per cui è stato auspicato che siano trovati i responsabili di “questo comportamento denota ignoranza e assenza di senso civico”.

Ti potrebbe interessare–> Il cane continua ad essere il migliore amico dell’uomo

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notiziSEGUICI QUI.