Home News Lav presenta la richiesta di “Grazia ” a Mattarella per M 49

Lav presenta la richiesta di “Grazia ” a Mattarella per M 49

CONDIVIDI

Presentata da LAV (lega anti vivisezione) la richiesta di Grazia al presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella per m49.

m49 L’orso ricercato

Trento alcuni delegati della Lav si sono recati al ministero di grazia e giustizia per richiedere al ministro di inoltrare la richiesta di grazia per M49.

Sull’orso infatti pende un’ ordinanza che prevede la cattura e l’eventuale abbattimento dell’esemplare, l’ordinanza è stata emessa dal presidente della  provincia autonoma di trento Maurizio Fugatti.

L’ordinanza prevede:“Si autorizza il personale forestale a procedere all’abbattimento in caso di pericolo.
Ordina al medesimo personale, ad integrazione della citata ordinanza n. 415057, qualora si verifichino situazioni che, in relazione al comportamento assunto da M49, possano determinare ulteriore pericolo grave ed imminente per l’incolumità di terzi o degli stessi operatori del Corpo Forestale trentino, di procedere all’abbattimento dell’animale”.

Dopo le svariate proteste e appelli ” Non sparate, fate obiezione di coscienza.
Ci appelliamo alla squadra della Provincia di Trento , non eseguite l’ordinanza, è incivile e illegittima, oltre al fatto che non vi è alcuna sicurezza che il plantigrado che troverete sia proprio lui” il presidente dell’associazione animalista è passato all’attacco chiedendo la Grazia per m49.

potrebbe interessarti anche—>Orso M49 Lav lancia un appello ;non sparate, fate obiezione di coscienza;

Orso m49

Il presidente dell’associazione animalista, Gianluca Felicetti ha infatti espresso il concetto :”Il nostro atto potrà apparire irrituale e simbolico, ma non lo è e non vuole esserlo.”

“In questo nostro appello, che ha tutte le caratteristiche formali e istituzionali di una richiesta di grazia alla presidenza della Repubblica.”vi è il senso autentico e lo scopo primo del nostro agire: tutelare i diritti degli animali e dare loro voce. M49 è in grado di esprimere chiaramente il suo bisogno di libertà, cosa che ha fatto fuggendo dalla prigione di Casteller: ma non è evidentemente in grado di rappresentare autonomamente i suoi diritti.

“Questo non vuol dire che non ne abbia. Ecco perché Lav intende rappresentarlo davanti al Capo dello Stato”.

Anche molti politici si sono messi dalla parte di m49 il ministro dell’ambiente Costa che precedentemente tramite twitter aveva sottolineato il suo dissenso:

“So che l’orso #M49 é stato individuato e circondato. Mi appello alle forze politiche e anche a chi sta seguendo le operazioni: non sparate! É un animale braccato e riuscirete a prenderlo ma non sparate. Io mi sto attivando al massimo delle mie competenze per evitare un #Daniza2”

potrebbe interessarti anche—>Orso M49 braccato, Ministro ambiente Costa: ;Non sparate!;

Ministro Costa

“Io sto con Papillon” si legge sulla magia del ministro sulla foto postata su facebook. “In un incontro pubblico ad Assisi il giornalista Marco Gisotti, che ringrazio, mi ha regalato questa maglietta . Sapete che sto seguendo con estrema attenzione quanto sta accadendo in Trentino a #M49, che mi piace chiamare Papillon al posto di una sigla che ricorda un’arma da guerra”.

In questo momento non sappiamo di preciso dove sia, anche se ci sono stati due avvistamenti questa mattina, che fanno capire che è vivo. Sono in contatto con i miei dirigenti, con i tecnici trentini e di Ispra per ogni aggiornamento del caso. Così come costante è il rapporto con gli enti locali, per trovare insieme una soluzione affinché #Papillon possa vivere al meglio”.

Molti di voi mi hanno chiesto di accogliere l’invito dell’Abruzzo ad ospitare Papillon.”

” Nel ringraziare gli amministratori che hanno proposto questa soluzione, dimostrando un’enorme sensibilità sul tema, voglio precisare che non ritengo opportuno che un orso trentino venga trasferito in Abruzzo, dove questa specie non esiste in natura”.

“Come molti di voi sanno, Papillon potrebbe mettere a rischio la già rara popolazione di orso marsicano che, purtroppo, presente in un numero limitato di esemplari, è in via di estinzione e, giustamente, estremamente tutelato. Ringrazio davvero tanto la comunità abruzzese, ma purtroppo non è una soluzione praticabile”

Costa ha poi concluso asserendo :”Detto questo ripeto, stiamo arrivando ad una soluzione definitiva che mai e poi mai possa comprendere l’abbattimento. Nessuno deve ammazzare l’orso Papillon! Non ha senso!”.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>Dopo tantissime ricerche avvistato l;orso M49 da un escursionista

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.