Home Cavalli Le diverse andature del cavallo: naturali e artificiali

Le diverse andature del cavallo: naturali e artificiali

CONDIVIDI

Le diverse andature del cavallo: naturali e artificiali

andature del cavallo
Cavalli al galoppo

L’andatura è il modo in cui il cavallo si muove e la velocità che assume. L’impulso viene dato dagli arti posteriori. Nelle andature l’impulso al movimento si origina dagli arti posteriori e viene trasmesso al tronco e da lì agli arti anteriori. Il pettorale lavora in modo da spostare il corpo in avanti e il centro di gravità. In una fase d’instabilità, il cavallo muove gli altri uno dopo l’altro per riequilibrarsi, cercando un appoggio per seguire gli spostamenti del centro di gravità. L’andatura deve esprimere bellezza e naturalezza.

Come viene misurata l’andatura del cavallo

Le andature del cavallo si distinguono in base a diversi movimenti del cavallo e si si suddividono in in naturali o artificiali.

L’andatura camminata, nella quale il cavallo ha almeno un arto sempre a terra e l’andatura saltata nella quale in una fase dell’andatura nessun arto poggia a terra.

L’andatura diagonale ha un andamento che si sussegue per bipedi diagonali mentre l’andatura laterale con appoggio a terra per bipedi laterali.

Per valutare il tipo di andatura, si considera anche la pista, ovvero l’insieme delle orme del cavallo. La pista semplice (il cavallo si copre) è quanto le orme dei posteriori si sovrappongono a quelle degli anteriori e la pista doppia (il cavallo non si copre) quando le orme dei posteriori non si sovrappongono. In tal senso, si parla di andatura raccorciata quando il cavallo non si copre e le orme dei posteriori cadono davanti alle anteriori e di andatura allungata quando i posteriori cadono dietro agli anteriori. La pista è anche rettilinea, curvilinea o trasversale (laterale).

Nelle andature vanno considerate le battute ovvero il rumore del piede a tera e il tempo, ovvero l’intervallo tra due battute. Viene considerata anche la velocità dell’andatura, ovvero lo spazio percorso nell’unità di tempo delle battute.

Infine, si parla di andatura regolare quando i movimenti degli arti sono simmetrici e hanno una cadenza costante.

Le andature naturali del cavallo

Le andature naturali del cavallo, ovvero quelle istintive sono tre: il passo, il trotto e il galoppo.

Il passo

Il passo è la camminata del cavallo in quattro tempi e quattro battute di tempi uguali e viene bilanciati con testa e collo. La velocità che un cavallo può raggiungere al passo è di 6-8 km/h. Nel manuale della cavalleria e in situazioni climatiche non estreme, con un terreno normale, un cavallo al passo può percorrere fino a 56 chilometri al giorno, al passo.

Il trotto

Il trotto è un’andatura saltata. Si tratta di un movimento simmetrico a due tempi uguali, per arti diagonali: posteriore destro con l’anteriore sinistro (diagonale sinistro), posteriore sinistro con l’anteriore destro (diagonale destro).

Ci sono diverse velocità del trotto: Trotto ordinario, trotto, trotto allungato.

La velocità media del trotto e di 15 Km/h. Alcuni campioni come ad esempio Varenne sono arrivati ad oltre 56km/h.

Il Galoppo

Anche il galoppo è un’andatura “saltata”. Si tratta di un ritmo asimmetrico in quattro tempi suddiviso in tre battute e un tempo di sospensione di uguale durata delle tre battute: posteriore sinistro, bipede diagonale sinistro, anteriore destro, seguiti da un tempo di sospensione.

Il galoppo può essere destro, ovvero con appoggio del posteriore sinistro poi del bipede diagonale sinistra e infine anteriore destro, seguito della sospensione) Oppure, il galoppo è a sinistra, l’inverso dell’appoggio del destro.  I passi raggiungono lunghezze dai 4 ai 6 metri.

La velocità media del galoppo è di circa 20/30 Km/h. Alcuni cavalli da corsa, raggiungono anche i 60 Km/h. Si tratta di un’andatura per la quale il cavallo deve essere allenato. In tal senso, può galoppare a 30km/h anche per un’ora e 20km/h per tre ore.

Vi sono diversi tipi di galoppo: quello naturale, il canterino (innaturale) o il galoppo da corsa. Nel galoppo da corsa l’andatura è in cinque tempi e quattro battute.

Andature innaturali

Ci sono alcune andature che possono derivare da un difetto del cavallo o che sono specifiche di una razza.

Ambio

L’ambio in alcuni cavalli è un’andatura naturale come ad esempio per il cavallo di razza Paso Fino Peruano così come nel cammello, nell’elefante o nella giraffa . Tuttavia, nella norma, viene considerata difettosa anche se è stato introdotto in modo artificiale nel trottatore americano.

Si tratta di un’andatura a due tempi non basculata. Gli arti sono associati per due battute bipedali. Ovvero, il movimento simultaneo in avanti o indietro degli arti di un lato dell’animale.

Il tölt

E’ un tipo di ambio a quattro tempi. Il Tolt viene anche chiamato ambio veloce. Un’andatura tipica di alcune razze come Pony Islandese o nel Rocky Mountain Horse. In questo modo, il cavallo ha sempre uno zoccolo a terra.

Trotto innaturale

Ci sono diversi tipi di trotto innaturale con il quale il cavallo ha un ritmo asimmetrico.

Traino: quando il cavallo trotta davanti e galoppa dietro, o l’inverso.

Trafalca o trotto scucito: quando il cavallo trotta con gli arti diagonali dissociati, come ad esempio quando le battute posteriori precedono le battute anteriori o l’inverso. Questo tipo di andatura è tipica della razza equina brasiliana Mangalarga. Questo tipo di trotto è riscontrato anche nei puledri che non sono addestrati.

Andature artificiali del cavallo

Le andature artificiali sono movimenti che il cavallo ha acquisito con l’addestramento. Nella maggior parte dei casi, si tratta di andature naturali che vengono enfatizzate per renderle eleganti come il passage o il passo spagnolo.

Tra le andature artificiali vi sono:

  • indietreggiare: utilizzato soprattutto nelle monte da lavoro o nella monta western
  • salto: utilizzato in varie discipline come il Salto ad ostacoli o il cross.
  • movimenti sul posto come impennata e sgroppata
  • il piaffe: movimento in diagonale, cadenzato, rilevato con molta riunione ed ottenuto con il cavallo quasi sul posto. Impiegato nel dressage e alta scuola.
  • passage: trotto riunito con incollatura arrotondata in cui la nuca è il punto più alto. Impiegato nel dressage e alta scuola
  • courbette: il cavallo poggia sui posteriori, rialzando gli anteriori, tipico del Dressage
  • croupades: quando il cavallo salta in aria
  • capriole: il cavallo salta in aria e imita il calcio con i posteriori paralleli, utilizzato sempre nell’ambito del dressage, a imitazione dei cavalli impiegati nella cavalleria
  • canter: si tratta di un andattura in tre tempi con velocità massima del trotto e minore del galoppo. Un’andatura utilizzata dalla cavalleria inglese che da Londra si metteva in viaggio per Canterbury. In questo modo, veniva sfruttato il “pendolo viscerale” che favorisce una respirazione regolare.

C.D.

 

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.