Home News Le lanterne cinesi pericolose per gli animali: provocano ferite gravi e possono...

Le lanterne cinesi pericolose per gli animali: provocano ferite gravi e possono essere letali

CONDIVIDI
@Rspca
@Rspca

In prossimità del periodo delle festività natalizi e dei tradizionali botti di Capodanno, le associazioni animaliste tornano a parlare dei pericoli per i nostri animali. Tuttavia, quest’anno, la società di protezione animali britannica, la Rspca ha lanciato l’allarme anche per le conseguenze letali delle lanterne cinese, utilizzate spesso e volentieri come alternativa ai fuochi di artificio, non solo per il Capodanno ma anche in occasione di cerimonie o di feste.

Infatti, in base ad uno studio condotto dalla Rspca si sono registrati casi di animali ustionati o rimasti strangolati con le lanterne cinesi che sono costruite con la carta, il metallo e il bambù.

Le lanterne hanno una fiamma che le mantiene in aria e quando si esaurisce, cadono a terra e si rivelano un pericolo per gli animali che potrebbero ustionarsi oppure morire per soffocamento dopo avere ingerito delle parti della lanterna.

 

Una trappola mortale con parti taglienti per cui gli animali potrebbero facilmente ferirsi. Stesso scenario per le lanterne liberate in mare e che causano ferite agli animali acquatici. Le lanterne cinesi hanno anche provocato incendi distruggendo gli habitat.

La Rspca ha effettuato un elenco di interventi effettuati sugli animali e i danni provocati dalle lanterne cinesi: ustioni, soffocamento, ferite, perforazioni, emorragie interne, rimanere intrappolati, incendi e morte dell’animale.

Come alternativa ai botti di Capodanno e alle lanterne cinesi, la Rspca propone di utilizzare delle candele e illuminazioni notturne, lanterne statiche o luci esterne, piantare un albero per celebrare un momento speciale o per ricordare una persona cara.

Ovviamente, nel decalogo, l’associazione invita tutti quanti a contribuire a ridurre i rischi e pericoli, raccogliendo i resti delle lanterne, evitare il loro uso e informando e sensibilizzando gli altri sul tema.