Home News Leopardo si spaventa: la reazione è un mega balzo felino – VIDEO

Leopardo si spaventa: la reazione è un mega balzo felino – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:06
CONDIVIDI

Come reagisce un leopardo che si spaventa? Scappa, attacca, salta? In questo caso la risposta è certa perché un video ha catturato immagini inequivocabili.

il leopardo si spaventa
Il leopardo si spaventa (Screenshot Video)

Arriva dalla più grande riserva naturale del Sudafrica, il parco nazionale Kruger, un video che sta facendo il giro del web
raccogliendo “mi piace”, condivisioni e commenti divertiti. Di cosa si tratta? Di una reazione spontanea e imprevedibile di un
leopardo che non si accorge dell’arrivo di un altro esemplare alle sue spalle e si spaventa… diciamo “un bel po’”!

Potrebbe interessarti anche: Leopardo delle nevi: nelle zone “sotto-zero” è lui il re di tutti i felini

Leopardo si spaventa: il video che ha fatto il giro del mondo

Curiosità sui grandi felini
Grandi felini: il leopardo (Foto Unsplash)

Le telecamere nascoste nel parco nazionale Kruger hanno ripreso la scena in piena notte. Si vede un leopardo intento ad abbeverarsi che non si accorge dell’arrivo, alle sue spalle, di un altro leopardo. Come reagisce? Beh, spiegarlo a parole è difficile poiché le immagini parlano da sole. Appena avverte la presenza alle sue spalle il leopardo fa un altissimo balzo felino scappando velocemente a zampe elevate. Immaginiamo che l’animale fosse alquanto rilassato (forse per l’ora tarda, forse per il silenzio, forse ancora per l’assenza – apparente – di altri animali nei dintorni) e quindi assolutamente non preparato a questo tipo di incontro.

Il parco nazionale Kruger, come detto, è la più grande riserva naturale del Sudafrica: si estende su di un’area di circa 20.000 km² (immaginate l’estensione del Galles o quella di Israele), con 350 km da nord a sud e 67 km da est a ovest. Da quello che sappiamo ospita tutti i membri del gruppo dei cosiddetti big five: bufali, leopardi (da non confondere con i ghepardi), leoni, rinoceronti (sia neri che bianchi) e elefanti. Gli altri mammiferi presenti nel parco sono zebre, ghepardi, licaoni, giraffe, kudu, ippopotami, impala, antilopi, iene, facoceri e gnu.
Nel parco ci sono inoltre 120 specie di rettili (tra cui circa 5000 coccodrilli), molte specie di serpenti, una cinquantina di specie di pesci, diversi anfibi e più di 500 diverse specie di uccelli migratori, nomadi e residenti.
Per quanto riguarda la flora è suddiviso in 6 ecosistemi e ospita circa 1.900 specie di piante.

Il video del leopardo spaventato