Home News Madre muore avvelenata: cagna incinta adotta un cucciolo di scimmia

Madre muore avvelenata: cagna incinta adotta un cucciolo di scimmia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:27
CONDIVIDI

Cane adotta un cucciolo di scimmia dopo che la madre è morta avvelenata

cane adotta cucciolo scimmia
@screen shot video

La convivenza con specie selvatiche in alcuni paesi è una realtà quotidiana che reca non pochi problemi soprattutto per chi come gli agricoltori vivono dei loro raccolti. Questo tuttavia non giustifica la crudeltà perpetrata su migliaia di animali in tutto il mondo. Vittime dell’espansione umana, della perdita dell’habitat e delle speculazione.

In questo scenario si svolge la storia di una piccola scimmia, un cucciolo che a soli dieci giorni è rimasto orfano. La madre e il padre sono stati infatti uccisi da alcuni agricoltori locali nel villaggio di Chakki Mor, Solan nell’Himachal Pradesh, nell’India settentrionale perché a sentito dire “rovinavano” i loro raccolti.

Il cucciolo non sarebbe ma potuto sopravvivere da solo se non fosse stato per lo straordinario senso di maternità di una cagna incinta che lo ha adottato.

A documentare l’accaduto, il fotografo naturalista Prakash Badal che stava visitando il luogo per fotografare gli uccelli. Badal ha invece assistito a una scena rara e straordinaria.

Senso di maternità negli animali

“Il cucciolo di scimmia aveva circa 10 giorni quando gli abitanti del posto hanno avvelenato le scimmie adulte perché secondo loro stavano distruggendo i loro raccolti”, spiega Badal.

Il fotografo ha poi sentito dire che nessuna scimmia aveva voluto adottare il cucciolo ma che “l’istinto materno di una cagna incinta ha prevalso e ha deciso di prendersi cura di lui anche se apparteneva a una specie diversa”.

Il cucciolo è sopravvissuto grazie a quella cagna che lo ha adottato e si sta prendendo cura di lui.

“Questo tipo di relazione è una lezione per gli esseri umani che pensano solo a loro stessi e si uccidono tra di loro solo perché appartengono a un’altra casta o perché credono in un’altra religione”, ha commentato il fotografo.

Le immagini e il video scattati da Badal sono una testimonianza davvero preziosa. La delicatezza di quella cagna in avanzato stato di gravidanza nei riguardi del cucciolo è un momento di magia pura che solo il sentimento d’amore può donare. Il cucciolo è stato visto abbracciato alla cagna, a giocare vicino a lei mentre si riposava. Quando la cagna si sposta, non lo lascia mai solo e lo porta con sé. Pare che gli piace averlo vicino e che sia molto attenta a lui. La cagna e il cucciolo sono stati visti scambiarsi effusioni e abbracci. Chissà cosa gli riserverà il futuro?

 Ecco il video:

Ti potrebbe interessare–>

Animali, storie di Natale: cucciolo di cinghiale adottato da una cagna

Un cane adotta un pulcino orfano e diventa il suo migliore amico

 

C.D.