Home News La Madre Teresa degli animali e la sua lotta contro i gangster

La Madre Teresa degli animali e la sua lotta contro i gangster

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:27
CONDIVIDI

Ingrid De Storie non teme di affrontare le bande locali pur di proteggere gli animali indifesi: per questo è chiamata la Madre Teresa degli animali.

madre teresa degli animali
Ingrid De Storie detta la Madre Teresa degli animali

Nel video in cui racconta di lei, che potete trovare in lingua originale in coda all’articolo, Ingrid de Storie è una donna magra che ha in grembo un cane ben nutrito e felice. Lo ha salvato anni prima e mentre racconta questa storia il suo viso si illumina. 

Zia Ingrid, così la chiamano affettuosamente i residenti di Ocean View, il luogo in cui vive in Sudafrica, gestisce un’attività di fish and chips nel weekend. È un mezzo per comprare cibo e vaccinazioni per gli animali malnutriti e maltrattati che protegge da anni.

L’impegno della De Storie nell’aiutare gli animali è radicato in una verità semplice e sentita: “gli animali vengono per primi nella mia vita perché non hanno una voce”. Per questo motivo, perché non possono esprimere da soli i loro bisogni, la zia Ingrid ha deciso di vivere per loro, letteralmente. Nel video racconta che trova più spesso il tempo per gli animali che per le persone e anche suo marito sa di essere al secondo posto.

Ingrid ha detto che tutti a Ocean View sanno che se un animale è malato o è stato investito da un’auto, possono portarlo da lei in qualunque momento.

La Madre Teresa degli animali affronta le bande locali

La De Storie, detta anche la Madre Teresa degli animali, ha rischiato, e rischia, davvero tanto per rendere felice la vita degli animali. Ingrid ha visto di tutto, da i bambini drogati che gettano acqua calda sui gatti ai gangster che usano i cuccioli nei combattimenti tra cani. “Odio i combattimenti con i cani e non ho paura di confrontarmi con le persone che lo fanno”, ha detto Ingrid, aggiungendo che i suoi concittadini la rispettano molto per questo. 

Nelle iniziazioni di bande vengono riservati agli animali trattamenti disumani come essere legati ai binari del treno, bruciati vivi e mutilati. Lei però si è opposta a tutti loro. Non con rabbia ma con amore.

Ingrid afferma di aver sentito fin da piccola questa vocazione. Da più di vent’anni gira per le strade della sua comunità in cerca di cani e gatti affamati e malati da aiutare e da qualche anno ha aperto un rifugio per i cani abbandonati.

L’iniziativa, 1 Kennel at a Time (tradotto Un canile alla volta), è stata fondata nel 2014 da lei e Corrine Wilson ed ora i volontari che ne prendono parte sono cinque. 

Secondo la De Storie, l’intenzione di 1 Kennel at a Time è di aiutare le persone che non possono più tenere un cane in casa per evitare che lo abbandonino per strada. Ad oggi, il team 1 Kennel at a Time ha assistito più di 700 cuccioli e si è occupato di educazione in tema di sterilizzazione ai proprietari di animali domestici.

If you love animals, you’ll adore Aunty Ingrid: a woman who has dedicated her life against animal cruelty. Share her story and give animals a voice.Watch more Beautiful News now – http://bit.ly/BNAuntyIngrid

Pubblicato da Beautiful News South Africa su Martedì 1 novembre 2016

Potrebbe interessarti anche:

T. F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI