Home News Maltrattamento animali, uomo trascina cane legandolo all’auto a Caltanissetta

Maltrattamento animali, uomo trascina cane legandolo all’auto a Caltanissetta

CONDIVIDI
maltrattamento animali
Altro caso di maltrattamento animali, con un cane trascinato da un’auto

Maltrattamento animali, anziano trascina cane e se ne va in giro come se niente fosse

In ambito di maltrattamento animali, ogni giorno arrivano da tutto il mondo, ed anche dall’Italia, delle notizie che non vorremmo mai sentire. Questa volta un odioso caso in cui un cane è stato sottoposto ad indicibili sevizie arriva da Caltanissetta. Qui, in contrada Sabucina, un uomo ha legato il proprio animale domestico all’auto attraverso una catena. E così se ne andava in giro per le strade del paese, trascinando il povero quattrozampe, esausto e terrorizzato. A scoprirlo nel pomeriggio di ieri sono stati i carabinieri di stanza nel luogo. I militari hanno subito provveduto a salvare lo sfortunato cane protagonista di questo episodio di maltrattamento animali. La vittima di questa assurda crudeltà ha rimediato delle ferite alle zampe. Le lesioni sono state confermate in una successiva visita veterinaria. I carabinieri hanno subito provveduto a tranquillizzare il cane ed a dargli da mangiare dopo averlo fatto sottoporre alle cure del caso. Per il responsabile che ha fatto tutto ciò, un pensionato, è scattato invece un provvedimento immediato. L’uomo è stato denunciato dagli stessi militari dell’Arma per maltrattamento di animali.

Maltrattamento animali, anziano trascina cane con l’auto e purtroppo non è il solo

Di episodi come questi ne abbiamo già sentiti a bizzeffe, e saltuariamente ne esce fuori uno nuovo. Nel solo mese di febbraio ad esempio, un uomo aveva trascinato il proprio cane legandolo al suo Suv. Il fatto si era verificato in Argentina, e questa cosa era stata ripresa da una persona che stava assistendo dal vivo a questo episodio di maltrattamento animali. Era stato realizzato un video al cellulare caricato poi sul web e finito anche nelle mani delle autorità locali. Il colpevole di tutto ciò si è giustificato dicendo che, prima di mettersi in moto con il suo cane legato al veicolo, l’animale era già morto. Anche in Francia si è verificata una cosa del genere, sempre un mese fa. Stavolta il mezzo utilizzato è stato un ciclomotore. Ma la scena è sempre quella, con un cane legato dietro e costretto a farsi trascinare una volta che deve cedere per la stanchezza. Anche qui l’indignazione di tutti è stata grandissima. Per fortuna stavolta il cane sta bene.

A.P.