Home News Maltrattamento animali: cane vittima in un golf club – VIDEO

Maltrattamento animali: cane vittima in un golf club – VIDEO

CONDIVIDI
maltrattamento animali cane
(Pixabay)

Divenuto virale un video sul maltrattamento di animali, l’ennesimo: stavolta è avvenuto in un golf club e la vittima è un povero cane.

Nelle ultime ore è stato viralizzato un video in cui sarebbe stato coinvolto il personale del Rosario Golf Club. Nel materiale è possibile vedere come un presunto agente di sicurezza maltratta un cane all’interno dei locali della struttura. La questione è stata inizialmente affrontata dall’ente che gestisce la struttura attraverso una dichiarazione sulla sua fan page. Qui si chiarisce che l’animale era stato adottato da uno dei suoi membri dopo l’incidente e che hanno espresso il loro ripudio di “violenza di qualsiasi tipo”.

Leggi anche –> Maltrattamento animali, cane ucciso davanti ai figlioletti: arrestato 24enne

Anche se è stato detto che il cane è stato vaccinato ed è stato curato dalla signora Griselda Mardoni, il post è poi stato rimosso e la polemica è stata lasciata aperta. Nelle immagini si vede la reazione del giovane che ha filmato la guardia mentre portava il cane legato per il collo con una corda e l’ha preso con la forza. Il video, che dura poco più di un minuto, è divenuto virale. Sono tanti coloro che hanno riconosciuto la guardia di sicurezza della struttura che ha commesso il gesto. Dell’uomo sono stati diffusi anche la foto, con nome e cognome. Una volta che il video è arrivato al protagonista, questi ha risposto che “stava solo eseguendo gli ordini dei suoi capi del golf club e che il cane era già entrato nei locali di Fisherton in due precedenti occasioni”.

Leggi anche –> Maltrattamento animali, zampa amputata ad un cane con cesoie e coltello – FOTO

Le reazioni sul web al maltrattamento del cane

L’associazione Protectora Rosario, che ha diffuso per prima le immagini, aveva chiesto di condividerle nella speranza di trovare il colpevole: “Agiremo di conseguenza. Abbiamo bisogno di più dati per contribuire”. Un utente ha poi pubblicato una foto del presunto responsabile in compagnia di una donna. Quindi un altro utente: “Dice che il figlio di una p…a è stato licenziato, dobbiamo rimproverare il club anche perché se è vero che li hanno autorizzati allora devono anche loro rispondere di questi atti”.

Per approfondire, leggi anche –>

GM