Home News Maltrattamento cani: la triste storia di Gus, vittima di abusi – FOTO

Maltrattamento cani: la triste storia di Gus, vittima di abusi – FOTO

CONDIVIDI
Gus
(Facebook)

Emerge un’altra brutta vicenda di maltrattamento di cani: questa è la triste storia di Gus, vittima di abusi, stanno provando a salvarlo.

Questa triste vicenda inizia con una foto su Facebook. Houston K-911 Rescue ha appreso per la prima volta di Gus dal noto social network. I suoi soccorritori hanno visto una foto del cane sporco e ferito che attraversava una strada vicino a immobili abbandonati a Houston, in Texas. I soccorritori si recarono nell’area sperando di trovare il cane tra gli edifici e alla fine lo trovarono grazie all’odore. “Stavamo per passarci sopra, poi notammo l’apertura e guardammo dentro con una torcia elettrica. Dopo alcuni secondi, abbiamo commentato quanto ci fosse pessimo odore. Stavamo per andare a guardare in una stanza che è dentro quando il cane è venuto a passeggiare fuori”, scrivono i soccorritori su Facebook.

Leggi anche –> Cassazione: maltrattamento di animali tenere dei cani dentro una gabbia stretta

La corsa contro il tempo per salvare Gus

L’animale era la sola presenza vivente di quell’edificio abbandonato. Una volta che Gus era sotto la cura del salvataggio, è diventato chiaro quanto stesse soffrendo. Oltre ad essere sporco e affamato, Gus aveva un laccio legato strettamente al collo, causando gravi ferite che avevano danneggiato la sua trachea, gli organi e la pelle. I raggi X hanno anche rivelato che il cane era pieno di pallottole, il che significa che il povero Gus era stato colpito con una pistola a pallini numerose volte. Ora Houston K-911 Rescue sta lavorando sui modi in cui possono aggiungere elementi positivi alla vita di Gus.

A Gus sono stati somministrati antidolorifici, antibiotici e fluidi per curare le sue ferite. Anche le sue ferite sul collo sono state accuratamente pulite per evitare ulteriori danni. Venerdì, il cane è stato sottoposto a un intervento chirurgico presso l’ospedale A & M del Texas con uno specialista di tessuti molli per rimuovere le cicatrici profonde sul collo e le ferite che sono state ulteriormente trattate. Si chiedono ancora i suoi soccorritori: “Vedere la sua testa di persona ti riempie di un senso di orrore e profonda tristezza … Come mai questo cane è ancora vivo?”. Fortunatamente, Gus è ancora vivo, anche se probabilmente ha passato più di un anno in strada a subire vari abusi. Ora questo dolce cane malato ha finalmente l’opportunità di guarire e trovare la felicità.

Le ultime sulle condizioni di Gus