Home News Mamma rimprovera i suoi cuccioli: il loro senso di colpa è esilarante

Mamma rimprovera i suoi cuccioli: il loro senso di colpa è esilarante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:23
CONDIVIDI

Mamma rimprovera i cuccioli: la loro espressione diventa virale sui social

mamma cane
@screen shot video

Un video che sta letteralmente spopolando in rete che dona il sorriso a decine di migliaia di persone sui social che hanno condiviso il filmato. Si tratta del preciso istante in cui una mamma rimprovera i suoi cuccioli, offrendo un momento di intimità famigliare davvero raro.

Uno spezzone in cui è possibile notare come una cagna educa i suoi cuccioli e li rimprovera, esattamente come farebbe qualsiasi genitore. Il filmato inizia poco dopo “il fattaccio”, per cui non è dato sapere cosa abbiano combinato i cuccioli.

Quello che si può notare è invece il momento del rimprovero: la mamma abbaia e mette tutti i cuccioli in riga che cercano di nascondersi l’uno dietro all’altro, girando il loro muso contro la parete del muro. Il comportamento dei piccoli è palese e alla punizione reagiscono dando segnali di sottomissione alla madre. Tra i diversi segnali si possono notare anche quei segnali detti “calmanti”: si tratta di un tipo di comportamento o azione che i cani adottano per evitare situazioni che potrebbero diventare minacciose e per calmare i loro stato emotivo nevoso. Gesti con i quali i cani cercano di rilassarsi come ad esempio lo sbadiglio in date situazioni stressanti.

Purtroppo non è dato sapere cosa stia dicendo la madre con gli abbai. In ogni caso, il rimprovero è delicato e la si vede anche spostare un cucciolo dandogli un colpetto con il muso oppure tirando leggermente l’orecchio di un altro esemplare come se lo volesse scuotere.

Socializzazione dei cuccioli

Il ruolo della madre o del padre e dei fratellini nel periodo della crescita del cucciolo sono fondamentali. Durante lo svezzamento i cuccioli imparano la gerarchia e i comportamenti “sociali” da tenere con altri simili. Se viene a mancare il periodo di socializzazione il cane adulto potrebbe avere dei problemi comportamentali: aggressività o timore.

La fase di socializzazione è un periodo che si verifica tra i due e i quattro mesi e per questo viene sconsigliato di adottare cuccioli al di sotto dei 2/3 mesi. In questo periodo la madre educa i cuccioli a rispettare alcuni comportamenti mentre attraverso il gioco con i fratelli imparano a comunicare e ad interagire tra di loro. Il cucciolo impara anche a conoscere il mondo che lo circonda e in tal modo a non temerlo.

Vi sono due tipi di socializzazione. Nella prima fase chiamata “primaria”, il cucciolo impara il confronto con i suoi simili e a come comportarsi. E’ possibile in questo periodo approcciare il cucciolo ad altre razze o altre specie animali in modo che impari a capire le differenze e le similitudini e a non temere il confronto. La madre, nel secondo mese di vita, insegna al cucciolo a riconoscere gli altri cani attraverso i sensi, fornisce le base di come stare insieme agli altri.

Nella seconda fase tra le 6 settimane e le 12 settimane, si perfeziona la socializzazione favorendo l’interazione con le persone e proseguendo l’affiancamento con la madre. In questo periodo è importante che il cucciolo faccia esperienze, non sia isolato e si confronti in modo graduale alle novità come ai rumori e ai diversi ambienti.

E’ fondamentale in questa fase evitare esperienze negative che potrebbero lasciare un trauma nel cucciolo e nel cane adulto. Gli incontri con altre specie o con simili devono essere sempre misurati. Come consigliano gli esperti è importante selezionare i cani che interagiscono con il cucciolo che non devono essere aggressivi e che al ringhio del cucciolo rispondano in modo contenuto.

 

Ti potrebbe interessare–>

C.D.