Home News Marito incolpa il cane per il cattivo odore, la moglie lo caccia...

Marito incolpa il cane per il cattivo odore, la moglie lo caccia di casa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00
CONDIVIDI

Una donna sente un cattivo odore e il marito accusa il cane di essere il responsabile della “puzzetta”. La moglie preoccupata lo porta dal veterinario

marito colpa flatulenza cane
Cucciolo di cane (Foto Pixabay)

Questa assurda, e sotto certi punti di vista inquietante, storia è stata raccontata dalla protagonista della vicenda, sulla piattaforma di Reddit.
Agli inizi di novembre, la donna ha scritto un post in cui riportava il danno economico e lo stress a cui ha sopposto il suo cane a causa del marito.

La donna ha raccontato che circa un mese prima era avvenuto un piccolo incidente a cena. Durante il banchetto, la giovane ha sentito un odore decisamente sgradevole all’interno della stanza, descritto come simile a quello di uova marce.

Il marito ha reagito a sua volta con un espressone di disgusto per il nauseabondo olezzo. Non avendo chiaro cosa fosse accaduto e non riuscendo a sopportare il forte odore, la donna ha lasciato la stanza.

Attribuisce la colpa della sua flatulenza al cane, la moglie porta il cucciolo dal veterinario

marito colpa cane
Cucciolo di cane (Foto Pixabay)

In seguito il compagno le ha spiegato che Jerry, il loro cane, aveva emesso una flatulenza. Messa da parte la spiacevole vicenda, la giovane era convinta che si fosse trattato solo di un episodio singolo, ma in realtà non è stato così.

La proprietaria sa che il suo adorato Fido può produrre dei gas intestinali, come tutti del resto, ma prima di allora non erano mai stati così maleodoranti. Purtroppo il fastidioso episodio si è ripresentato in più occasioni, durante la settimana seguente.

Dopo aver cercato in svariati modi di coprire lo sgradevole odore con candele e incenso, senza riuscire nell’impresa, la donna ha iniziato a preoccuparsi seriamente per la salute del cane.

Così ha deciso di portare Jerry dal veterinario per controllare le sue condizioni. Ha comunicato le sue intenzioni al marito che si è limitato ad annuire, continuando ad omettere la sua colpa.

Al principio, il veterinario ha consigliato di modificare la dieta del cane per risolvere il problema. Ma nonostante le indicazioni seguite, la situazione non accennava a migliorare.
Allora per effettuare dei controlli più approfonditi sul suo stato di salute, il veterinario gli ha prescritto degli esami da svolgere, alquanto dispendiosi.
I risultati del test però mostravano che il Fido godeva di ottima salute.

Non riuscendo a capire la causa delle maleodoranti puzzette del cane, la donna ha iniziato a diventare ansiosa, arrivando a temere di perdere il suo amato cagnolino. Nonostante l’evidente stato di agitazione e stress della moglie, l’uomo continuava a tacere la sua colpevolezza.

Fino a che, presa da un attacco di panico, è scoppiata in lacrime. Solo dopo il suo crollo, il marito ha deciso di raccontare la verità. Scoperto l’inganno, la moglie furiosa lo ha cacciato di casa.

La donna ha dichiarato che avrebbe anche sorvolato sulla bugia detta al primo episodio, ma il comportamento scorretto del marito che ha continuato a mentire per cinque settimane, causando stress a lei e al cane, era imperdonabile.

“E’ stato necessario un attacco di panico per sapere la verità? Anche sua madre è dalla mia parte. Lo ha chiamato, senza mezzi termini, un idiota.”
Da allora la moglie si rifiuta di rivolgere la parola al marito e gli ha chiesto il rimborso per tutte le spese sostenute per far visitare il cane.

Un’altra storia che prova come la superficialità di alcuni umani possa creare gravi danni e un enorme dolore ad altri esseri innocenti.

Potrebbe interessarti anche: Il cane si sente in colpa dopo aver mangiato un pacchetto di biscotti

M. L.