Home News Massacro di lupi in Spagna: associazioni animaliste sul piede di guerra

Massacro di lupi in Spagna: associazioni animaliste sul piede di guerra

CONDIVIDI
Lupi uccisi in Spagna, indignazione del Pacma

Cinque lupi massacrati nell’arco di una settimana in Spagna tra Cantabria, Valladolid e Pontevedra. Il Pacma, partito animalista spagnolo, insorge in rete e condanna questi episodi che nelle ultime settimane alimentano un clima di rabbia e di sconforto.

I lupi sono una specie protetta anche in Spagna. Eppure, recentemente, alcune vicende di crudeltà sono venute alla ribalta nei riguardi di questa specie. Tra cui le immagini di un esemplare investito volutamente diffuse sui social o quello di un lupo morto, esposto come un trofeo da un forestale spagnolo. Non solo l’uccisione ma anche la mancanza di rispetto è quello che hanno indignato maggiormente le associazioni che hanno chiesto alle autorità d’intervenire.

A distanza di poche settimane, sono rinvenuti cinque esemplari di lupi uccisi, nel Nord della penisola iberica. Una situazione sulla quale il Pacma ha deciso di accendere i riflettori e alza i toni della discussione: “Lotteremo per arrivare ad ottenere giustizia”, scrive il partito animalista spagnolo su twitter, condividendo le immagini dei lupi uccisi. Tra le fotografie, vediamo quella di alcuni cacciatori che si sono immortalati con i loro trofei: un cinghiale e due lupi uccisi. Carcasse trovate nelle neve o al bordo di un bosco, uccise a colpi di arma da fuoco.

Un programma per tutelare i lupi dai bracconieri in Spagna

Nonostante sia vietata la caccia ai lupi, i bracconieri si divertono ad ucciderli. La convivenza con questa specie protetta non è sempre facile e anche gli allevatori alimentano questo tipo di caccia. Non in tutte le province spagnole i lupi sono tutelati.

Ecco perché, il Pacma invita le province interessate ad una discussione sul tema, proponendo un programma di tutela della fauna selvatica, nello specifico dei lupi e una strategia per il suo contenimento, nonché degli incontri con gli allevatori locali, affinché le istituzioni provvedano ad un piano di rimborsi, in caso di attacco di lupi ai greggi. Lo stesso Pacma ha annunciato di voler far ricorso al Tribunale Europeo affinché i lupi siano introdotti in tutto il territorio spagnolo nella lista di specie protette.

Il tema dei lupi è molto sentito anche in Italia, tanto che negli ultimi mesi si era parlato di un Piano lupi, in cui era previsto un abbattimento selettivo, fortunatamente scongiurato. Purtroppo, quello che non si può evitare è la strage illegale. Nella provincia di Rieti, recentemente, è stato infatti trovato un esemplare ucciso a fucilate.