Home News Melita Toniolo:” il vero eroe della quarantena è il mio gatto”

Melita Toniolo:” il vero eroe della quarantena è il mio gatto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:40
CONDIVIDI

Le parole della ex gieffina Melita Toniolo scritte sotto una foto postata sui social hanno fatto infuriare alcuni animalisti convinti, che si sono scatenati contro il suo post instagram.

Melita Toniolo
Melita Toniolo fa infuriare alcuni animalisti

Melita ha infatti pubblicato quella che a tutti gli effetti sembra una foto meravigliosa che ritrae suo figlio sul divano appoggiato a Noah uno strepitoso gatto bianco e rosso molto chiaro dal pelo lungo, che a sua volta è appoggiato sulle gambe di Melita.

Ricordiamo che da alcuni giorni è stato richiesto di restare a casa a causa del covid-19 che si sta diffondendo sempre di più sul territorio Italiano. Ed è per questo che sono state chiuse anche scuole come asili, elementari, superiori, medie e università, insomma tutte le scuole sia pubbliche che private.

Tutto per far si che il virus covid-19 non si  diffonda. Ed ecco perché molte celebrità stanno usando l’hasthag #IORESTOACASA pubblicando foto di loro, molte volte con i propri pelosi, invitando le persone a stare nelle proprie abitazioni e incitandole a uscire solo se strettamente necessario.

La foto di Melita che ha fatto infuriare gli animalisti

Melita
Il figlio di Melita con il gatto durante la quarantena (Foto instagram)

Nella foto a dir poco meravigliosa è stata però aggiunta una didascalia che non è piaciuta molto ad alcuni animalisti :
Il vero eroe di questa 40ena in casa è il gatto.Noah.
Melita infatti sembra iniziare il suo post Instagram elogiando il gatto, e continua :
Usato come cuscino, ma anche come tamburo, punching ball, canestro, cavallo ( o altro mezzo di trasporto) , swiffer ( se tirato per la coda) , scaldapiedi, tappeto elastico e foglio bianco da colorare” Sarà anche ignifugo? Lo scopriremo nei prossimi giorni!

Il suo post altamente ironico è stato frainteso da chi leggendo la parola ignifugo ha immediatamente commentato la sua foto asserendo “Povero gatto… Non mi piacciono le cose che hai scritto… Gli animali, in questo caso il gatto, va rispettato e non usato x tutte le cose che hai elencato, soprattutto x l’ultima cosa orribile che hai scritto”.

Il post è quindi stato interpretato male da alcuni che l’hanno criticata per la sua didascalia palesemente ironica.

Infatti chiunque cerchi di insegnare ai propri figli ad a amare gli animali sa benissimo quanto i bambini possano essere dispettosi, soprattutto se rinchiusi non si sa per quanto tempo in casa.

Il gatto sembra infatti in ottime condizioni facendo intendere che effettivamente il suo post era solo ironico, e che mirava solo a  elogiare il suo amato gatto, che nonostante un bimbo piccolo 24 ore su 24 nella casa rimane paziente e gioca con il suo amico umano.

Molte sono state anche le persone che però hanno difeso il post di Melita cercando di far capire che la didascalia era solo uno scherzo ironico, scritto per far intendere quanto il meraviglioso gatto sia paziente.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>