Home News Un microchip gratuito per i gatti: il comune al servizio della pratica

Un microchip gratuito per i gatti: il comune al servizio della pratica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:40
CONDIVIDI

Un microchip da mettere sottopelle a tutti i gatti: è la proposta che è stata portata avanti dal comune, molte le adesioni in un giorno.

microchip gatti
Un piccolo gattino al momento dell’inserimento del microchip (Fonte Facebook)

La salute dei nostri amici a quattro zampe è qualcosa di veramente importante. Ad oggi, aiutarli a superare certi periodi, siano essi naturali o innaturali, è, come detto poc’anzi, di fondamentale importanza. Anche perché sono entrati, a tutti gli effetti e ormai da parecchio tempo, dentro le nostre case.

Animali domestici, pronti a farci compagnia. Per questo meglio prevenire che curare. È il motto che molti osservano e mettono in pratica. Quando, ad esempio, parliamo di smarrimento, la prima cosa che ci viene in mente è il microchip sottopelle. Uno strumento importantissimo per tenerli sott’occhio.

Quest’oggi, infatti, parliamo proprio del microchip sotto la pelle dei gatti e di una iniziativa presa direttamente in un comune d’Italia. Una partecipazione intensa che ha visto molte adesioni già nella prima giornata. Un modo per vedere che la salute dei nostri amici a quattro zampe conta davvero molto.

Obbligo microchip per i gatti in Lombardia: tutto quello che c'è da sapere

Ai gatti ci pensa il comune: il microchip, gratis, alle 30 dita “più veloci”

Pettorine per gatti
Pettorine per gatti: come scegliere quella giusta (Foto Pixabay)

Quando è la comunità a mettersi al servizio degli altri è tutto molto più semplice. Molto spesso, però, ci dimentichiamo che a formare la comunità siamo noi e le istituzioni che ci circondano o ci governano. Una politica che, se vuole, può mette in campo delle grandi e belle iniziative, anche per i nostri amici a quattro zampe.

E tutto questo è successo a Bosa, piccolo comune di Oristano, nella bella e “calda” Sardegna, soprattutto nel periodo estivo. Una volta fatto per i cani, ora succede anche per i gatti: il comune ha chiesto di inviare una e-mail al seguente indirizzo [email protected] per far registrare sui propri gatti il famoso microchip. I 30 “più veloci” potranno metterlo gratis.

Un’iniziativa che fa il “pieno” già nella prima giornata. In effetti le adesioni massime corrispondono a un numero pari a 30. Una quota che verrà sicuramente superata e poi riproposta per una seconda volta, per cercare di accontentare un po’ tutti sull’argomento e sulla bella iniziativa messa in atto dal comune di Bosa. Munitevi di carta d’identità del vostro gatto e inviata la vostra mail.

Davide Garritano