Home News Milano, colf e prostitute con AIDAA per aiutare cani randagi

Milano, colf e prostitute con AIDAA per aiutare cani randagi

CONDIVIDI
Cane randagio ©Getty
Cane randagio ©Getty

AIDAA annuncia due lieti novità per fornire aiuto e sostentamento ai cani senza fissa dimora che hanno nelle strade di Milano il luogo dove vivere, anziché una casa normale. A fornire loro ciò di cui hanno bisogno sarà, a partire dal prossimo mese di maggio o giugno, Un gruppo di colf che ha annunciato di voler attuare una piccola raccolta fondi a cadenza mensile. Le casalinghe si sono impegnate nel mettere insieme circa 200 euro ogni trenta giorni per aiutare AIDAA nel supporto ai cani clochard.

Ed un’altra mano hanno deciso di darla anche delle prostitute che esercitano la loro professione nel capoluogo lombardo: le donne si autotasseranno in relazione ai guadagni ottenuti per devolvere poi una certa somma ad AIDAA. Si tratta di sette ragazze definite “di Milano” e che già hanno collaborato con AIDAA in un’altra benevola circostanza. Le prostitute si autotasseranno del 5% su ogni loro prestazione. Il tutto per il bene dei quattrozampe senza tetto. Ben diversa è la triste storia andata in scena altrove e della quale potete leggere in questa notizia.

Per ascoltare il messaggio in cui AIDAA annuncia i due importanti aiuti in favori dei cani clochard cliccate qui