Home News Miliziani Isis imbottiscono un cucciolo d’esplosivo per colpire le truppe governative

Miliziani Isis imbottiscono un cucciolo d’esplosivo per colpire le truppe governative

CONDIVIDI

Imbottito d’esplosivo: è solo un cucciolo quello al quale alcuni jihadisti dell’Isis hanno messo sul suo corpo una cintura esplosiva con delle bottiglie forse piene di schegge di metallo e un detonatore a distanza. Secondo quanto spiegano i miliziani, in questo modo, il cucciolo potrebbe uccidere dalle tre alle quattro persone.

I terroristi dello Stato Islamico hanno diramato questo nuovo video in rete con il quale mostrano uno dei metodi con il quale combattono sul fronte. Il filmato sarebbe stato girato in Iraq dalle Unità Popolare della Mobilitazione irachen, il PMU o Al-Hashd Al-Sha’abi, un gruppo di miliziani, sostenitori dell’Isis in Iraq che si è formato nel 2014.
Secondo quanto riporta express.co.uk,i jihadisti hanno poi spiegato che il cane sarebbe stato mandato contro alcune truppe governative, proprio dietro all’angolo del palazzo in cui sono state effettuate le riprese.
Un filmato shoccante che ci riporta alla crudeltà dei metodi utilizzati nelle guerre dei quali sono vittime anche i nostri compagni a 4zampe.
Viene da chiederci cosa abbia mai fatto quel povero animale? Come quei gatti che vengono uccisi come prova di coraggio di un jihadista, così come denunciato lo scorso anno da alcuni media stranieri.

Nella descrizione del video si apprende tuttavia che le truppe governative avrebbero recuperato il cucciolo e disinnescato la bomba, liberando il povero animale.