Home News Il mistero del pitone più vecchio del mondo: le uova “magiche”

Il mistero del pitone più vecchio del mondo: le uova “magiche”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:32
CONDIVIDI

Un vero e proprio mistero quello che è accaduto intorno al pitone più vecchio al mondo: ha depositato sette uova senza nessun maschio intorno.

pitone mistero uova
Il pitone più vecchio al mondo deposita le uova: è un mistero (Screenshot Video Facebook)

Di misteri il mondo ne è pieno. Basti pensare che la natura stessa, spesso e volentieri, è un mistero di per sé. A volte capita di trovarsi dinanzi agli occhi dei veri e propri spettacoli naturale che ci vengono regalati da: un mix di colori, un incontro fra due animali, una flora che torna a fiorire dopo un periodo di povertà estrema. Insomma: che nessuno vada  a cercare il mistero ove la natura lo presenta già di per sé. Sarebbe davvero un peccato!

Altro aspetto, però, è il mistero che appare ove tutto sembra dormiente. Spesso e volentieri, noi specie umana, sembriamo essere destinate a inglobare informazioni per poi codificarle sotto forma di pensiero, senza stupirci più di fronte a niente e nessuno. Per fortuna esiste anche il mondo animale che, spesso e volentieri, viene a “bussare alla porta” e ci risveglia da un lungo sonno. Come la notizia di oggi: il pitone più vecchio al mondo (che già di suo potrebbe fare notizia) ha depositato ben 7 uova. Sette involucri “magici”. Il perché usiamo questo termine ce lo spiega la natura stessa: accanto al pitone non c’era nessun maschio pronto per la riproduzione.

Ti potrebbe interessare anche: Un Pitone ingoia un telo da spiaggia i veterinari gli salvano la vita

Il pitone più vecchio al mondo porta in essere un mistero: rimangono tutti a bocca aperta

pitone uova mistero
Le uova del mistero (Screenshot Video Facebook)

Purtroppo, prima di parlare del pitone più vecchio al mondo e del suo mistero in relazione alle uova magiche, dobbiamo sottolineare un fatto che a molti, noi compresi, non farà affatto sorridere: l’esemplare in questione è rinchiuso in uno zoo, esattamente quello americano di Saint-Louis da quasi tutta la vita. E la sua età non è di certo un mistero: 62 anni. Questo è un fatto che non potevamo non riportare e che, ancora una volta, alza il nostro grido di battaglia per la chiusura degli zoo, posti ove, la maggior parte delle volte, gli esemplari che vi abitano non sono quelli che troveremmo in quel posto in situazioni di habitat naturale. Una battaglia che dura da anni e che deve essere portata a termine fino all’ultimo centimetro di lotta. I bambini avranno altri posti dove potersi divertire!

Detto ciò passiamo alla storia del pitone più vecchio del mondo che, poverino, non ha avuto nemmeno un nome nell’arco di tutta la sua esistenza. Quest’ultimo ha deposto ben 7 uova. Fino a qui potrebbe anche essere tutto normale. Il bello arrivo, però, subito dopo: accanto a questo esemplare non c’era nessun maschio pronto per la riproduzione. Subito è scattato il mistero. L’anziano pitone, una femmina per la precisione, non vede un altro esemplare maschio da quasi due decenni. Come è stato riportato da un portavoce dello stesso zoo: “Il 23 luglio, nel nostro parco zoologico, è successo qualcosa di veramente insolito. All’Erpetario Charles H. Hoessle un pitone femmina ha deposto le uova. Fin qui tutti normale, ma non per il nostro staff. Questo particolare femmina di serpente ha più di 60 anni (il serpente più vecchio documentato in uno zoo) e non viene a contatto con un maschio da oltre 15 anni”.

Insomma: un vero mistero. I pitoni palla o reali, originari dell’Africa centrale e occidentale, sono noti per la riproduzione sessuale ma anche asessuale. Secondo gli esperti, però, questi esemplari sono capaci di immagazzinare lo sperma e avere una fecondazione ritardata. Certo, non così a lunga gettata. A incuriosire gli addetti ai lavori e i vari scienziati accorsi sul posto è stato il fatto che dopo i 60 anni questi pitoni femmina smettono di deporre le uova. In più, da mettere nel calderone, resta il fatto che questa femmina non ha visto un maschio da oltre 15 anni.

Le uova sono state messe nell’incubatrice. Ma tutto ciò rimane un mistero da svelare. Come sempre la natura ci regala molte sorprese su cui indagare. A volte però non sono così belle, come il mistero che, in questi ultimi giorni, gira intorno al gabbiano ritrovato interamente dipinto di blu: anche in questo si indaga sull’accaduto.

Davide Garritano