Home News Elevato danno ambientale in Russia: veleno o petrolio tra le ipotesi -VIDEO

Elevato danno ambientale in Russia: veleno o petrolio tra le ipotesi -VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:13
CONDIVIDI

Moria di animali marini in Russia. Lo strano fenomeno sul quale si sta indagando per scoprirne la provenienza

Indagine sui fatti (Foto Twitter)
Indagine sui fatti (Foto Twitter)

Una situazione drammatica che purtroppo sta sfuggendo di mano. Un  problema dalla portata colossale che non accenna a diminuire, mietendo vittime e continuando a mettere a rischio la sopravvivenza di migliaia di animali. Notizie di questo tipo continuano a circolare, coinvolgendo vari stati e regioni, senza distinzioni di Oriente o Occidente. Questa volta, l’ennesimo caso di disastro ambientale proviene dalla Russia e lascia con l’amaro in bocca, ecco il perché …

Potrebbero interessarti anche: Zampe incastrate e difficoltà di respiro: i gravi danni dell’inquinamento -FOTO

Moria di animali marini, uno strano fenomeno oggetto di indagini 

Polipo sulla spiaggia (Foto video Instagram)
Polipo sulla spiaggia (Foto video Instagram)

Lo spettacolo naturale della spiaggia di Khalaktyrskij in Russia è stata completamente deturpata per un misterioso avvelenamento delle acque. L’allarme è scattato in seguito a molte segnalazioni effettuate dai surfisti intenti a godersi la loro amata meta, che all’improvviso si sono ritrovati accomunati dagli stessi sintomi. Tutti quelli che avevano frequentato la spiaggia citata si ritrovavano, da un momento all’altro, a fare i conti con febbre alta e tosse secca. Alcuni, considerando l’attuale periodo della pandemia, potrebbero pensare che si tratti di sintomi riconducibili al Covid ma non era niente di tutto questo. Molti di essi, si sono ritrovati a ricevere la diagnosi della “bruciatura della cornea” notando anche un sapore diverso e insolito dell’acqua.

Potrebbero interessarti anche: Inquinamento ambientale, troppi palloncini stanno decimando pesci ed uccelli

I risultati dei test effettuati dagli esperti sulle acque ha confermato la presenza di un’elevata concentrazione di derivati del petrolio riversata nel mare. Dall’analisi è emerso che le cause potrebbero dipendere dalla caduta di simili sostanze da una parte di una nave nell’habitat marino. Tale ipotesi però è stata confutata dall’ecologo Dmitry Lisitsin che ha sottolineato come il petrolio non possa essere il motivo principale di un simile danno ambientale. Secondo Lisitsin l’oggetto responsabile della morte di tutti quei organismo viventi è il veleno, così potente da essere altamente tossico e letale. Secondo il suo pensiero, tale veleno deriva dal carburante caratteristico di alcuni razzi collocati nel poligono militare Radygino, ormai poco utilizzati.

L’unico obiettivo è tirar fuori la verità 

Strage di animali (Foto video instagram)
Strage di animali (Foto video Instagram)

Sulla vicenda sta indagando anche Greenpeace Russia che vuole fare chiarezza su questo gravissimo problema, responsabile della morte di tanti animali innocenti. Oltre a questa gravità da tenere sempre in considerazione, è presente anche il problema della vicinanza dell’inquinamento ai vulcani della Kamchatka, un sito patrimonio dell’umanità che va preservato per la sua rarità e bellezza internazionale.

L’inquinamento è una ferita che ancora continua a sanguinare, continuando a distruggere l’habitat e la vita di moltissimi animali. Speriamo che presto si ottengano delle delucidazioni sicure sulla vicenda e il problema possa essere risolto definitivamente. Nel frattempo che avvenga tutto questo, le immagini delle meravigliose creature marine che hanno perso la vita, lasciano ancora increduli e profondamente tristi e amareggiati.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

🎥 @lefffu Мой любимый Океан погибает… Осьминожки Дофлейна… А вы знаете, что у них 3 сердца и любят они один раз за всю свою жизнь! Они умные, любопытные и у них есть глаза! Очень жаль, что я пишу о них сейчас, когда каждый день на Тихоокеанское побережье Камчатки выбрасывает десятки трупов этого фантастического создания! А мы не знаем, почему🤷🏻‍♀️ и как им помочь! Самое ужасное в жизни – это беспомощность. И жители Камчатки уже столкнулись с этим. Кто-то не осознает, кто-то закрывает глаза, кто-то не верит… но, так или иначе, всех это коснется! 😓 @vv_solodov @_svetlana__radionova_ @greenpeace @greenpeaceru

Un post condiviso da Kristy Fury (@kristy_rozenberg) in data:

Benedicta Felice