Home News Mummificato in un albero: il segugio diventa attrazione da museo

Mummificato in un albero: il segugio diventa attrazione da museo

CONDIVIDI
albero
(Reddit)

Questa vicenda non si verifica certo tutti i giorni. Secondo una storia trasmessa oralmente, negli anni Sessanta, un cane da caccia inseguì un procione su un albero cavo. Il cane determinato non si staccò dal rincorrerlo, quindi alla fine restò bloccato. Vent’anni dopo, alcuni boscaioli stavano ripulendo boschi e trovato il cane ancora bloccato all’interno dell’albero. In sostanza, era rimasto mummificato nella stessa posizione in cui è morto. Sapendo che quello che avevano in loro possesso era qualcosa che pochi avevano mai visto, hanno donato l’albero a un museo lungo la strada a Waycross, in Georgia.

Ora, pagando appena cinque dollari, si può ammirare “Stuckie”, il cane mummificato. Ma cosa è accaduto? Secondo gli esperti, nell’albero cavo si è verificato un effetto camino, che ha dato origine a una corrente d’aria verso l’alto. Ciò ha causato il trasporto del tanfo dell’animale morto, che altrimenti avrebbe attirato insetti e altri organismi che si nutrono di animali morti. L’albero cavo forniva anche condizioni relativamente secche. Infine, l’acido tannico della quercia aiutava ad indurire la pelle dell’animale.

Il cane mummificato, insomma, è ora la principale attrazione del Southern Forest World Museum. La storia ha avuto luogo sul confine  della contea di Cleburne-Haralson tra Georgia e Alabama negli anni Sessanta e ha stupito tutti. La foto pubblicata su Reddit che mostra il cane mummificato è divenuta infatti virale in tutto il mondo, con centinaia di commenti. In molti sottolineano la sofferenza del cane: “Una storia incredibile, ma non riesco a smettere di pensare a che terribile morte è stata”, scrive un utente. Gli fa eco un altro: “Anch’io. Povero cane, è stato spaventato e affamato per più di una settimana probabilmente”.

Mummificato, trovato in casa

Una vicenda sicuramente fuori dall’ordinario, che comunque non ha nulla a che vedere con tristi episodi come quello avvenuto nella città svizzera di Briga-Glis, una località di dodicimila abitanti del Canton Vallese, in Svizzera. Alcuni poliziotti che hanno fatto irruzione in un appartamento, si sono trovati di fronte ad una scena a dir poco raccapricciante. All’interno gli agenti hanno ritrovato infatti i resti in decomposizione di un cane. Il corpo in decomposizione del cane morto risultava in parte imputridita ed in parte mummificata. Chi ha visto il cane, ha parlato di “spettacolo abominevole”. Quel che è certo è che il cane ha sofferto tantissimo.