Home News Muore in volo: cane costretto a viaggiare nella cappelliera

Muore in volo: cane costretto a viaggiare nella cappelliera

CONDIVIDI
cani aereo
La borsa nella quale viaggiava il cane morto in volo

Costringono la proprietaria a mettere il cane nella cappelliera. Muore in volo

Un dramma che poteva essere evitato. Eppure, ogni volta, si ripetono casi d’indifferenza e d’insensibilità. L’incidente si è verificato sul volo Houston-New York della compagnia United Airlines. Una donna viaggiava con due figli piccoli e un bulldog francese, un cucciolo di 10 mesi che era nell’apposito trasportino.

La borsa trasportino era stata disposto sotto al sedile. Tuttavia, poco prima del decollo, un’hostess ha invitato la proprietaria a mettere la borsa con il cane nella cappelliera. Nonostante le proteste, la padrona è stata costretta a spostare il trasportino. Alla scena ha assisto una testimone seduta dietro la famiglia. La donna ha poi denunciato tutta la vicenda con un post pubblicato su facebook.

“L’assistente a bordo ha chiesto ai passeggeri di mettere la cuccia non sotto al sedile anteriore, ma nella cappelliera per la durata di tutto il volo”, racconta la testimone. Secondo quanto riporta la donna, la famiglia avrebbe protestato, insistendo sul fatto che il cane non avrebbe avuto aria a sufficienza per l’arco delle tre ore di viaggio. L’hostess è stata irremovibile, costringendo la donna a mettere il cane nella cappelliera.

Il povero animale si sarebbe lamentato durante il volo. All’arrivo, non faceva più nessun rumore. “Quando siamo atterrati non sentivamo alcun suono, mamma e figli chiamavano per nome, Rapacito, ma niente da fare”.

Purtroppo quando la famiglia ha aperto la borsa, il cane non si muoveva più. La madre e la figlia hanno provato a rianimarlo in vano. La testimone racconta di aver pianto con loro. Il fatto ha colpito molti passeggeri e numerosi utenti che hanno espresso vicinanza alla famiglia del cane.

Cane morto in volo: un dramma che non doveva accadere

Una tragedia che non si sarebbe dovuta verificare. E’ quanto ha comunicato la compagnia aerea.

“Gli animali non vanno mai messi nelle cappelliere. Ci assumiamo la piena responsabilità per quanto accaduto ed esprimiamo le nostre più profonde condoglianze alla famiglia”, ha precisato la United Airlines.

La compagnia si è scusata ufficialmente dichiarando di aver avviato un’indagine e di offrire tutto il supporto necessario alla famiglia.

Il regolamento della compagnia prevede infatti che gli animali in cabina dovrebbero stare in un trasportino, disposto al di sotto del sedile anteriore. Tuttavia, pare che la borsa era in parte sul corridoio e per questo il personale aereo avrebbe chiesto di disporla nella cappelliera. Non è ancora chiaro il perché non sia stato chiesto di spostare l’animale sotto al sedile.

Purtroppo, si tratta dell’ennesimo caso in cui un animale è morto durante un volo. Secondo i dati ufficiali del Dipartimento dei Trasporti nel 2017 ben 18 animali sono morti durante il trasporto sui velivoli United. Il triplo di animali deceduti sui voli delle altre compagnie.

C.D.