Home News Napoli, un manifesto d’amore per ricordare il cane scomparso dopo 17 anni

Napoli, un manifesto d’amore per ricordare il cane scomparso dopo 17 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00
CONDIVIDI

A Napoli, esattamente nel comune di Cicciano, una donna e un uomo fanno mettere sui muri un manifesto per ricordare il loro cane morto.

cane manifesto napoli
Una donna anziana abbraccia il suo cane (Getty Images)

Chi trova un amico trova un tesoro. È una frase ricorrente, che iniziamo ad ascoltare fin da piccoli, quando ci accostiamo al mondo delle amicizie. Poi si sa: alcune vanno, altre rimangono per un periodo ti tempo, e altre ancora per tutta la vita, come un vero tesoro. Lo stesso si può dire per i nostri amici a quattro zampe, soprattutto per cani e gatti, che spesso e volentieri accompagnano gran parte della vita di molti di noi.

Li scegliamo da piccoli, magari salvandoli da un canile e li teniamo con noi per tutta la vita. Poi, ad un certo punto della vita, purtroppo, li dobbiamo lasciare andare via. Non si tratta di un vero e proprio abbandono, ma della morte, quella “maledetta” che spesso si fa fatica soltanto a pronunciarla. Se, però, il rapporto è stato davvero intenso, come avere un figlio accanto, va a finire che la riconoscenza è tanta da affiggere dei manifesti per tutta la strada di una città o di un paese. Un vero e proprio gesto d’amore, che supera ogni “sana follia”.

Ti potrebbe interessare anche: Cane piange la padrona nel manifesto funebre. L’affetto di una famiglia

Il cane muore dopo 17 anni: una donna e un uomo gli “regalano” un manifesto per tutto il Paese

Abbraccio amichevole (foto Istock)
Abbraccio amichevole (foto Istock)

Siamo a Cicciano, un piccolo comune della provincia di Napoli. La storia è davvero pregna d’amore e sentimento “alto”. Il protagonista indiscusso è Dick, un cane che, dopo 17 anni d’intensa vita, se ne va per sempre tra lacrime e amarezza. Un dispiacere che, però, si tramuta subito in un “folle” gesto d’amore. E quando usiamo la parola folle intendiamo la follia più bella e sana di questo mondo, quella che va oltre ogni tipo d’immaginazione e ci fa riscoprire la nostra umanità.

Dick muore all’età di 17 anni e, da come si legge dal manifesto stesso, “mamma” Domenica e “papà” Franco affiggono un manifesto per il paese ricordando la loro vita assieme al cucciolone. Un gesto senza precedenti che ha voluto rendere partecipe l’intera popolazione del piccolo comune partenopeo.

Sul cartello messo sui muri si legge: “Il riposo di Snoopy: è stato seppellito Dick, era l’unica cosa bella che avevo, il bambino che non ho mai avuto, il bastone della mia vecchiaia. Mamma Domenica”. E non solo. L’epitaffio finisce così: “Papà Franco lo ricorda a tutti quelli che lo hanno conosciuto a passeggio per le strade di Cicciano”.

Davide Garritano