Home News Nasce una piccola di tapiro sudamericano, è festa grande al Parco Natura...

Nasce una piccola di tapiro sudamericano, è festa grande al Parco Natura Viva

CONDIVIDI

Il Parco Natura Viva di Bussolengo, in provincia di Verona, ha accolto proprio alla fine del 2017 una piccola di tapiro sudamericano, chiamata Alba. E la cosa ha destato sorprese in quanto per questa specie è insolito venire al mondo ad autunno avanzato. Nonostante le basse temperature che hanno avuto dell’invernale ben prima del mese di dicembre, l’animale è cresciuto in forma finora. E questa è una meravigliosa notizia per coloro che ne stanno denunciando il rischio di estinzione, dal momento che il tapiro sudamericano si è ridotto complessivamente del 30% dalla metà degli anni ’80 ad oggi. Camillo Sandri, direttore tecnico del Parco Natura Viva e che lì svolge anche la professione di veterinario, spiega che, nel momento di uscire all’esterno, con le temperature prossime allo zero, nella sua prima escursione era stata scortata da Ester, la sua sorellina di un anno. Con la famiglia di tapiri composta anche da mamma Irene e papà Rondel ci sono anche due nandù, due esemplari imparentati con lo struzzo noti anche come Rhea americana, che pure sembrano mostrare tanta curiosità nei confronti di Alba.

Tapiro sudamericano, la sua presenza è minacciata come al solito dall’azione distruttiva dell’uomo

La sua specie rappresenta una delle maggiori per dimensioni in America del Sud. Il suo ruolo all’interno della catena alimentare e dell’ecosistema locale è molto, molto importante, e contribuisce a ripulire il suolo di semi di piccole dimensioni e di foglie, che poi digerisce e ridà al terreno in forma organica, creando in pratica del fertilizzante. Ma l’opera minacciosa dell’uomo ne sta mettendo a repentaglio l’esistenza, e non è la prima volta che questo accade. A ridurre negli ultimi 30 anni la popolazione di tapiro sudamericano sono stati principalmente la deforestazione, con la conseguente diminuzione delle zone da esso abitate, ed il bracconaggio. Intanto, sempre dal mondo degli animali, giunge dal Belgio una proposta di legge per far si che diventi legittimo a tutti gli effetti consentire ai padroni di essere sepolti assieme ai propri migliori amici domestici. Una cosa che già avviene in alcune parti. Poi stanno sorgendo sempre più cimiteri riservati ai soli animali una volta passati a miglior vita.

A.P.