Home News Neve in Italia, consigli per proteggere gli animali dal gelo

Neve in Italia, consigli per proteggere gli animali dal gelo

La neve ha sorpreso l’Italia causando anche problemi e difficoltà: alcuni consigli utili per proteggere gli animali dal gelo e dai pericoli del freddo.

proteggere animali neve italia
(Foto Unsplash)

Un’ondata di gelo improvvisa ha aperto il mese di dicembre in gran parte d’Italia, con copiose nevicate che hanno imbiancato ampie zone del Paese.

L’inverno è ormai alle porte, portando con sè freddo intenso, gelo e neve che possono creare problemi e difficoltà di vario genere agli animali di casa e non solo, in particolare a cani e gatti.

Ecco perché, in occasione di questa particolare giornata di neve in Italia, ENPA e in particolare la sua sezione savonese hanno diffuso alcune importanti regole e consigli per proteggere e difendere gli animali dai pericoli e dalle difficoltà dovute al forte gelo.

A venir fuori è una vera e propria lista che offre numerosi spunti utili sia per cani e gatti di casa, ma anche per gli animali selvatici e i randagi, che vivendo in strada sono ancor più esposti alle intemperie dell’inverno.

In particolare, in un lungo e dettagliato post diffuso attraverso i canali social, ENPA Savona ha fornito un vero e proprio vademecum utile: scopriamo insieme tutti i consigli e le indicazioni in esso contenute.

ENPA Savona: attenzione agli animali in pericolo causa neve

Cagnolino nella neve (Foto Pixabay)
Cagnolino nella neve (Foto Pixabay)

Come accennato in apertura, è innegabile che la neve caduta in varie parti d’Italia assieme al drastico calo di temperatura che sta accompagnando queste giornate possano mettere a dura prova i nostri amici animali.

Con il freddo nascono una serie di problemi, primo tra tutti l’incremento del fabbisogno calorico che comporta nuove necessità in termini alimentari.

Cani e gatti che vivono in casa possono contare sulle cure delle famiglie umane che li hanno adottati: basta mettere in atto alcuni piccoli accorgimenti che renderanno più equilibrata l’alimentazione invernale del cane oppure fare delle scelte specifiche per i cibi invernali da preferire per il gatto.

Inoltre, bisogna seguire alcune regole semplici come non lasciare Fido o Micio fuori casa, soprattutto nelle ore più fredde, senza un adeguato riparo.

Quelli che invece restano più a rischio di soccombere al gelo e alla neve sono gli animali randagi e gli animali selvatici, in particolare gli uccelli: per fortuna, c’è qualcosa che possiamo fare per loro.

Ad esempio, scrive ENPA Savona, lasciare una ciotolina d’acqua pulita sul balcone o in giardino per gli uccellini, da accompagnare a un po’ di cibo adatto a piccoli volatili.

Chi ha la possibilità, potrebbe lasciare delle piccole mangiatoie in luoghi strategici, al riparo dal gelo e da eventuali predatori, avendo cura di riempirla regolarmente con del cibo adatto. Possiamo anche preparare una miscela per uccelli fai da te, facendo attenzione a scegliere gli ingredienti giusti.

Attenzione, però, ad assicurarsi di rifornire queste mangiatoie fino a primavera: gli uccelli la eleggono immediatamente a punto di riferimento per rifornirsi di cibo, e interrompere la somministrazione potrebbe disorientarli troppo.

Ancora, per proteggere gli animali dalla neve e dal freddo, si pò pensare a quei piccoli mammiferi che a volte abitano nei nostri giardini come ad esempio i ricci, ma anche ghiri o pipistrelli.

Di solito questi animali vanno in letargo durante l’inverno, ma può essere d’aiuto lasciargli del materiale utile per costruire le proprie tane come ad esempio piccoli rametti in legno.

Una postilla doverosa va fatta proprio a proposito dei ricci: se ne troviamo uno in questa stagione, è probabile che sia in difficoltà: in questo caso bisogna prestargli soccorso, contattando subito un’associazione o centro specializzato, per evitare il pericoloso ricorso a soluzioni fai da te che potrebbero causare ulteriori danni all’animale.

Chiara Burriello, 03-12-2020