Home News Non piangere per me…: la lettera di addio di un cane al...

Non piangere per me…: la lettera di addio di un cane al suo padrone

CONDIVIDI

E’ morta lo scorso anno e il padrone le ha dedicato un ricordo che ha commosso migliaia di persone in rete. Un addio giunto dopo 14 anni passati insieme che per una persona diventa un momento difficile da superare. Non ci sono soluzioni o rimedi per affrontare la perdita di un compagno a 4zampe, c’è solo la forza di quell’amore che ci ha regalato negli anni passati insieme. A ricordarcelo è un giovane ragazzo di Cordoba che ha dovuto salutare Dalma, la sua dalmata, un esemplare femmina che aveva adottato quando aveva 2 anni. Una lettera breve, poche righe, intense e significative che sta di nuovo circolando sui media a distanza di un anno. Una testimonianza toccante che risuona nel nostro animo perché universale e che di sicuro non lascia indifferenti.

“Mi hai dato una casa per vivere, mi hai dato del cibo e, soprattutto, mi hai dato il tuo amore e la tua compagnia. L’ultima cosa che vorrei è vederti soffrire per me.

Anche se ora non sono con te, non voglio vederti triste. Vorrei che ti ricordi di me con il sorriso perché voglio che il mio ricordo ti renda felice.
Voglio che ti ricordi dei bei momenti che abbiamo passato insieme, le nostre dimostrazioni di affetto, i nostri giochi … e se mi ha rimproverato o se mi sono comportato male, perdonami….

Per favore, non gettare i miei giocattoli, la mia cuccia o le mie cose perché in questo mondo ci sono altri miei simili che vivono da soli, che non hanno amore e molti che darebbero la vita per condividerla con te.

No, non lo dire. Non dire che non vuoi più avere degli animali perché mi fa pensare che il percorso che abbiano passato insieme non era bello,

Spero che la mia morte non sia vana e che un altro come me avrà la fortuna di vivere e conoscere questa amicizia straordinaria. Forse la vita da cane è reale ed è fatta per scoprire l’amore.

Non essere triste … Io ci sono in quell’angolo speciale nel tuo cuore …

Addio mia bella Dalma! Grazie di tutto”.