Home News Nuova legge per ridurre il randagismo, piaga per gatti e cani: cosa...

Nuova legge per ridurre il randagismo, piaga per gatti e cani: cosa cambia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:20
CONDIVIDI

Il randagismo di gatti e cani in Italia, in particolare in Sicilia e al Sud in generale, ha proporzioni insostenibili: una nuova legge mira ad eliminarlo, vediamo cosa cambia.

legge randagismo gatti cani
Nuova legge per ridurre il randagismo, piaga per gatti e cani: cosa cambia (Foto torange.bitz)

Ieri, 16 giugno 2020, tutti i gruppi parlamentari hanno steso una nuova legge in favore dei diritti degli animali, in particolare riguardo il tema del randagismo.

Potrebbe interessarti anche: Restituisce il cane a poche ore dall’adozione: il motivo fa indignare VIDEO

Nuova legge per ridurre il randagismo piaga per gatti e cani in Italia: cosa cambia

randagismo in italia sicilia
La piaga del randagismo in Italia e in Sicilia: cosa cambia ora (Foto Pixabay)

Il presidente della commissione, Tommaso Calderone, ha affermato che il risultato prodotto è stato il migliore possibile, in particolar modo considerando il periodo di grave difficoltà economica del nostro Paese. Il prossimo passaggio sarà quello della formulazione dei regolamenti di attuazione. Un provvedimento simile era stato intrapreso mesi fa dalla Basilicata, la regione più all’avanguardia della Nazione in tema di lotta al randagismo.

I cani, ma anche i gatti, sono i protagonisti di questa legge che riconosce l’importanza del lavoro di tutte le persone coinvolte nel contrasto al randagismo, che solo lavorando insieme potranno arginare.

Il randagismo non è un fenomeno presente in tutti i Paesi e questo non solo porta sofferenze ai cani e ai gatti ma reca anche un danno di immagine all’Italia, che è vista dai turisti stranieri come poco rispettosa degli animali.

La Sicilia poi è particolarmente colpita da questo fenomeno quindi una legge era necessaria, legge che ci auguriamo porterà a breve dei miglioramenti e a lungo termine la scomparsa del fenomeno e che potrebbe essere un esempio per tutto il Paese.

Potrebbe interessarti anche: Addio a John Peter Sloan: “Anche ai cani della Sicilia mancherà”

L’Assemblea regionale siciliana è arrivata alla decisione finale dopo aver visionato le posizioni non solo dei suoi gruppi parlamentari ma anche di molte associazioni animaliste, anche loro in grave crisi a causa dell’emergenza da coronavirus covid-19.

La nuova legge, con la quale è stata prevista la nuova figura del Garante dei diritti degli animali, è stata approvata senza particolari problemi dai versi gruppi politici, importante segno del fatto che la tutela dei diritti degli animali è un tema che riguarda tutti.

Fonte: https://24live.it/