Home News Nuova Zelanda: prende a pugni un opossum per gioco – VIDEO

Nuova Zelanda: prende a pugni un opossum per gioco – VIDEO

CONDIVIDI
opossum
(screenshot video)

Sconcertante episodio in Nuova Zelanda: un giovane prende a pugni un opossum per gioco, qualcuno realizza un video e ci ride sopra.

In un breve video pubblicato sui social media sabato, è stato mostrato un giovane che si avvicina a un opossum seduto in cima a una recinzione nella città di Waimate, in Nuova Zelanda, vicino Canterbury. L’uomo si avvicinò all’animale facendo in modo che questi non si accorgesse di nulla. Quindi colpì l’opossum in faccia, facendo volare l’animale in aria. Nel video possono essere ascoltate risate in sottofondo. Secondo la pagina Facebook del programma radiofonico Newstalk ZB The Country, gli spettatori erano stati divisi nelle loro opinioni.

Leggi anche — > Nuova Zelanda, orca col capo fracassato trovata morta in spiaggia

La condanna per il gesto contro l’opossum

Alcuni infatti consideravano l’atto un gesto di crudeltà sugli animali. Invece altri sostenevano che l’atto non era da condannare dal momento che gli opossum sono considerati parassiti in Nuova Zelanda e possono disturbare le abitudini di nidificazione dei nativi uccelli. Newshub, tuttavia, riferisce che l’atto è stato “deliberata crudeltà” e non è avvenuto per il controllo dei parassiti.

“Picchiare un animale in faccia è spaventoso. È crudeltà sugli animali – pura e semplice – e non ci sono scuse per questo “, afferma Save Animals From Exploitation (SAFE). Quindi aggiunge: “Questo comportamento brutale non ha nulla a che fare con la gestione degli animali. Quello che stiamo vedendo in questo video è qualcuno che abusa degli animali”. L’associazione animalista evidenzia: “Il fatto che ridano nel video illustra l’atteggiamento sbagliato nei confronti di alcuni animali che è tristemente comune in Nuova Zelanda”.

Leggi anche –> Ammazzano a bastonate un opossum disorientato, finito sul campo di baseball

Opossum preso a pugni: le reazioni choc su Facebook

Anche la Royal New Zealand Society for the Prevention of Cruelty to Animals ha condannato l’atto. L’episodio è attualmente sotto inchiesta. Non ci sono attualmente notizie che riguardano l’opossum: non si sa dunque se sia sopravvissuto.

Il video, caricato sulla pagina Facebook ‘The Country’ (visibile a questo link), ha già ottenuto oltre mezzo milione di visualizzazioni. Oltre quattromila le reazioni e quello che fa più tristezza è che coloro che hanno approvato il gesto sia il doppio di quelli che si dimostrano arrabbiati per l’accaduto.

Leggi anche –> Animali, mammiferi cambiano abitudini per adattarsi all’invadenza umana