Home News Olimpiadi: scappa giaguaro esibito durante passaggio della torcia a Manau. Viene abbattuto

Olimpiadi: scappa giaguaro esibito durante passaggio della torcia a Manau. Viene abbattuto

CONDIVIDI

jaguar

E’ il simbolo degli indios dell’America centrale e il più grande felino del Sud America. Nonostante sia una razza a rischio estinzione nell’elenco dell’International Union for Conservation of Nature, un giaguaro è stato abbattuto nel corso del passaggio della fiamma Olimpica a Manaus, Amazzonia, in Brasile.

L’esemplare di nome Juma era esibito dai militari per celebrare l’evento. Tuttavia, secondo quanto viene riferito sull’incidente, sembra che il sedativo somministratogli non abbia fatto effetto e che il giaguaro sfuggendo al controllo dei soldati abbia tentato di saltare addosso al veterinario. Per i militari non c’è stato nient’altro da fare che di abbattere l’esemplare.

Un drammatico epilogo per la vita di Juma, una femmina di 17 anni, vittima delle stesse persone che la salvarono quando era solo una cucciola dai bracconieri che uccisero la madre.

Juma era stata portata dal corpo militare per un’esibizione programmata in occasione del passaggio della Torcia Olimpica. Tuttavia, l’autorità per l’Ambiente dello stato di Amazonas ha dichiarato di non aver ricevuto nessuna richiesta di autorizzazione per far partecipare l’animale all’evento e ha aperto un’indagine.

“Durante il passaggio da una gabbia all’altra nello zoo dell’esercito, il giaguaro è scappato. È stato inseguito e gli sono stati sparati tranquillanti con una saracena, ma malgrado quattro dosi, s’è precipitato su un veterinario e l’abbiamo dovuto sacrificare”, ha spiegato il colonnello Luiz Gustavo Evelyn del Centro d’istruzione di guerra nella giungla (Gigs) di Manaus.

In attesa di chiarimenti sulle dinamiche e le responsabilità, come riporta l’agenzia Reuters, sono esplose le polemiche da parte di organizzazioni animaliste.

“Quando impareremo? Animali selvatici in cattività, forzati a fare delle cose che li spaventanto e gli provocano dolore. Costretti a tenere dei comportamenti innaturali per cui sono come bombe ad orologeria. Sono le nostre azioni ad essere un pericolo per la loro e la nostra vita”, ha tuonato  Brittany Peet, direttore del dipartimento di tutela degli animali in cattività della People for the Ethical Treatment of Animals (PETA) si è chiesto