Home News Orrore in Russia: ritrovato con le zampe e il naso amputati

Orrore in Russia: ritrovato con le zampe e il naso amputati

CONDIVIDI

Queste sono le storie che molti amanti degli animali non amano leggere, né tanto meno guardare le fotografie delle sevizie inflitte a poveri animali. Eppure, si tratta di fatti realmente accaduti che spostano sempre di più il limite verso confini ignoti, in cui la violenza, la crudeltà non hanno più barriere. Abbandonare un cane è un reato, ma c’è chi non si accontenta e si accerta che il povero animale non sia in grado di salvarsi, magari, legandolo dentro un sacco o come in questo caso, arrivando a mutilarlo barbaramente. Episodi di violenza gratuita ai quali è difficile dare una spiegazione e che non trovano giustificazioni, come nel caso verificatosi a Lecce dove un uomo si divertiva a tenere i cani in giardino, semplicemente per torturarli.

Nella città di Uland Ude, nella repubblica di Buriazia, nella parte centrale a sud della Russia, un cittadino ha salvato un cane trovato in condizioni disperate per la strada, nella periferia della città, a ridosso di un bosco, provvedendo a portarlo, in stato di shock, immediatamente presso una clinica veterinaria.

L’esemplare, una meticcia lupoide, ha circa tre anni ed è stata chiamata dallo staff veterinario, Druzhok, che significa “piccolo amico” in russo. Come riporta Metro.uk, il cane presentava l’amputazione di tre arti e di una parte del naso. I veterinari ipotizzano che le mutilazioni sono state provocate e non sarebbero accidentali.

In base alle ipotesi, le zampe sarebbero state amputate due settimane prima del ritrovamento del cane, mentre il taglio al naso sarebbe più recente.

Una vera e propria tortura alla quale è stato sottoposto il povero animale, in condizioni di stress e in stato di shock. Lo staff ha raccontato che la dolce Druzhok, è terrorizzata quando gli si avvicinano gli uomini e questo sarebbe indicativo del fatto che sia proprio un uomo che le abbia inflitto le sevizie.

“E’ come stata massacrata. I tagli sono molto precisi. La persona che ha compiuto questo gesto ha tagliato in modo netto le articolazioni, potrebbe essere un macellaio professionista”, hanno dichiarato i veterinari.

Per poterla medicare il naso, i veterinari hanno dovuto legare il muso del cane che per difendersi cercava di mordere chiunque.