Home News Ha paura del cane e lo ammazza, poi si costituisce

Ha paura del cane e lo ammazza, poi si costituisce

CONDIVIDI

A Vigliano d’Asti è andato in scena uno spiacevole quanto cruento episodio. In tutto questo la vittima è stato un cane, di Razza Pastore olandese dalla taglia media. L’animale si era trovato di fronte ad un uomo di 46 anni, che temendo di essere aggredito, ha dato adito ad una reazione spropositata. L’individuo infatti gli ha puntato contro la propria pistola semiautomatica, regolarmente detenuta, scaricandogli contro dei colpi con cui lo ha ammazzato. Ma subito dopo si è pentito di quanto fatto, costituendosi ai carabinieri presenti nella caserma di Montegrosso.

Qui il 46enne ha raccontato l’accaduto, confermando di aver ucciso il cane ma adducendo a motivi legati alla legittima difesa. E’ stato comunque raggiunto da un provvedimento di denuncia per uccisione di animali ed esplosione di colpi d’arma da fuoco in luogo pubblico. Il quattrozampe, secondo quanto appreso successivamente, apparteneva ad un giovane di 24 anni ed era fuggito da una casa situata nel comune di Isola d’Asti.

Maltrattamenti e simili ai danni dei cani succedono ogni giorno

I maltrattamenti e gli episodi controversi ai danni dei cani sono purtroppo all’ordine del giorno. E davvero non c’è verso di interromperli, in Italia e nel mondo. Per fortuna c’è chi si prodiga per questi animali, ed anche per altri. Nella fattispecie dei migliori amici dell’uomo, segnaliamo l’opera di Theoklitos Proestakis, un dentista che vive sull’isola di Creta e che ha salvato la vita ad oltre 200 cani, accogliendoli in un rifugio creato all’interno di un terreno di sua proprietà. Tra gli essere salvati figura Buddy, abbandonato dentro ad una struttura fatiscente con altri cani, alcuni liberi, altri legati a catena. Il tutto nella più totale e completa insensibilità del loro proprietario, che li aveva lasciati lì a morire lentamente, senza prendersi cura di loro.

Il povero Buddy era stato legato e quindi non poteva muoversi per andare alla ricerca di cibo. Quando Proestakis è venuto a sapere della condizione di quei cani, si è subito precipitato sul posto e dopo aver constatato il modo in cui erano detenuti quei cani, ha fatto di tutto per riscattarli. Dalle analisi del sangue è emerso che Buddy era affetto della Leishmaniosi . Buddy è stato curato ed accudito fino a riprendersi quasi del tutto.

A.P.