Home News Bracconaggio: arrestato indonesiano per vendita di pelle di tigre

Bracconaggio: arrestato indonesiano per vendita di pelle di tigre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:04
CONDIVIDI

Pelle di tigre, beccato il contrabbandiere che voleva vendere questa sua parte del corpo insieme ad altre membra. Un fenomeno che non si ferma

Tigre molto triste (Foto Pixabay)
Tigre molto triste (Foto Pixabay)

Il triste fenomeno del bracconaggio continua a mietere vittime. Un indonesiano è stato arrestato dalla polizia di Aceh, collocato nella zona settentrionale dell’isola di Sumatra, per il contrabbando della pelle della tigre di Sumatra. Il felino in questione è in pericolo di estinzione, a tal punto, che gli esemplari rimasti sono meno di 400 allo stato brado.

Pelle di tigre, arrestato un indonesiano a Sumatra

La maestosità della tigre (Foto Pixabay)
La maestosità della tigre (Foto Pixabay)

L’arresto dell’uomo è avvenuto in seguito alla proposta di vendita della pelle ad un ufficiale di polizia sotto copertura che aveva finto di essere un acquirente. La pelle non è l’unica parte del corpo ritrovata perché insieme ad essa, sono stati scovati pezzi del cranio, varie ossa e denti dell’animale il quale sarebbe deceduto da circa tre mesi.

Inoltre, dal comunicato diffuso dalla polizia si ritiene che il felino sia morto a causa delle ferite da arma da taglio. Il motivo è dipeso dal ritrovamento delle ossa del collo che mostravano alcune fratture, aspetto che evidenzia la morte violenta causata dai bracconieri.

Pelle di tigre, la triste realtà del bracconaggio

Creatura meravigliosa (Foto Pixabay)
Creatura meravigliosa (Foto Pixabay)

Purtroppo, il fenomeno del bracconaggio, a Sumatra, non diminuisce e nelle isole dell’arcipelago indonesiano sono avvenuti simili fatti di cronaca riguardanti il contrabbando di varie parti del corpo degli animali in pericolo di estinzione. Tra di essi, la tigre è il felino che maggiormente rischia di estinguersi nei prossimi cinque anni, proprio per mezzo del bracconaggio che comporta una riduzione del 93 % del loro habitat naturale. Le prime testimonianze si sono verificate con la scomparsa della tigre di Bali (1937), di quella del Caspio (1970) e di quella di Java (primi anni ’90). Dati allarmanti che confermano l’estinzione di ben tre specie dell’adorabile felino.

In ragione di ciò, è stata istituita la Giornata Mondiale della Tigre che si celebra il 28 luglio di ogni anno. La tigre è un animale particolare e speciale della fauna terrestre e come tale, merita protezione e salvaguardia.

Leggi anche:

B.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI