Home News Per due volte adottato, per due volte riportato in canile: poi finalmente...

Per due volte adottato, per due volte riportato in canile: poi finalmente la famiglia perfetta

CONDIVIDI

Aveva lo sguardo spaesato, incredulo e triste quando Melissa Davis vide l’appello per Chevy, un bellissimo bull dog ospitato nel canile Hillsborough County Pet Resource Centre di Tampa, in Florida. Quello che colpì maggiormente la fondatrice di un centro di recupero di pit bull fu la storia di Chevy ancor più straziante.

Quell’adorabile esemplare dallo sguardo dolce era stato adottato per ben due volte e per ben due volte riportato in canile. La prima volta che Chevy venne adottato fu nel 2015 e dopo due mesi i proprietari lo riportarono in canile perché aveva un problema cardiaco e perdeva molto i peli. Nel mese di marzo 2016 venne di nuovo preso da una famiglia ma poi dopo qualche mese Chevy fu ritrovato per strada e portato presso il canile di Pasco County Animal Services nel Land o ‘Lakes. I nuovi proprietari furono contattati ma decisero di lasciarlo in canile. Il povero esemplare cominciò lentamente a deprimersi e nonostante gli appelli nessuno si era fatto avanti per lui. Per caso la Davis e Bill Gray, direttore della Second Chance Friends, Inc. videro l’appello di Chevy e lo condivisero per dare più visibilità al cane. Qualcosa però parlava al cuore della Davis che aveva già una casa piena di animali, quattro cani e due gatti: “Ero nervosa e indicisa se tirarlo fuori dal canile. Ma lui mi stava dicendo qualcosa. Avevo anche recentemente perso un altro bulldog americano proveniente da Pasco County Animal Services, quindi c’era un certo valore sentimentale nel prendere Chevy”, ricorda la Davis.

Alla fine, sia Davis che Gray decisero di accogliere Chevy per uno stallo, tempo di trovargli una famiglia, evitando il rischio di soppressione.

Ma dopo un periodo si accorsero che aveva un carattere straordinario: “Non aveva mai rotto nulla, era buono con gli altri cani, non potevo farlo andare via e sottoporlo ad un’altra separazione”.

E così Chevy ha finalmente trovato la sua famiglia, entrando a pieno titolo nel Pit Bull Picture Project, un progetto fotografico che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica su alcune razze, fotografandole in modo buffo, per incitare la loro adozione.

Chevy si è dimostrato essere un ottimo modello e secondo le indiscrezioni ama farsi fotografare e essere al centro dell’attenzione e soprattutto sa come far sorridere la gente con le sue espressioni.

ECCO UN PICCOLO ASSAGGIO DEL PIT BULL PICTURE PROJECT