Home News Pesta il cane in treno: l’animale è morto dopo tre giorni

Pesta il cane in treno: l’animale è morto dopo tre giorni

CONDIVIDI
@screen shot youtube
@screen shot youtube

E’ stato fermato la scorsa settimana un giovane di 22 anni ripreso dalle telecamere di sorveglianza di un treno mentre pestava il proprio cane. L’esemplare, che risulta piuttosto anziano dai filmati, è stato trascinato, preso a calci, scaraventato contro la parete del vagone e poi schiacciato contro il sedile. Dallo spavento, il cane aveva fatto i suoi escrementi sul sedile. Proprio questo elemento aveva portato ad avviare un’indagine da parte della British Transport Police (BTP), pensando ad un atto vandalico. Controllando i video si sorveglianza, purtroppo la realtà dei fatti era molto più crudele.

A distanza di diverse settimane, la polizia è riuscita a rintracciare il giovane che ha ammesso le sue responsabilità.

L’elemento più sconfortante e l’amarezza del caso, risiede nel fatto che il povero cane, di nome Ronnie è deceduto a causa di complicazioni respiratorie, dopo le percosse subite.

Immediato il processo presso al tribunale di Chelmsford che ha condannato il giovane a 21 settimane di carcere e l’interdizione di detenere in futuro altri animali: “Il mio assistito si assume ogni responsabilità. Mi ha detto che aveva bevuto e non ha alcun ricordo di quei momenti”, ha dichiarato il legale del ragazzo.

Intanto, il giudice avrebbe disposto l’autopsia sul corpo dell’animale per stabilire le cause che hanno portato al decesso.

Il sergente Steven Maguire del BTP ha accolto con soddisfazione la sentenza sottolineando che Il gesto crudele nei riguardi del cane è imperdonabile.