Home News Piena del Po, tantissimi animali in pericolo: a cosa dovremmo fare attenzione

Piena del Po, tantissimi animali in pericolo: a cosa dovremmo fare attenzione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:13
CONDIVIDI

La piena del Po ha portato tantissimi animali alla fuga per salvarsi la vita: grazie ai volontari un coraggioso tasso è in salvo ma c’è ancora da fare.

piena del po animali in pericolo
Animale in pericolo nel fiume Foto dal web

A causa del maltempo di cui questo mese di novembre sembra non voler smettere di soffrire il fiume Po si è ingrossato e la piena ha causato dei danni ai nostri amici animali. Molti di questi hanno cercato di fuggire per salvarsi la vita. Anche nel caso di cui abbiamo parlato nell’articolo riguardante il maltempo in Liguria, sui tantissimi animali in pericolo e come intervenire, anche in Lombardia dei volontari hanno allertato le forze dell’ordine competenti che hanno provveduto al recupero di alcuni di questi animali. 

Un tasso, che era riuscito a mettersi in salvo dal fiume in piena arrampicandosi su una pianta, è stato ritrovato da alcuni volontari che stavano pattugliando la golena tra Martignana di Po e Gussola, in provincia di Cremona. Il tasso è stato prelevato e portato in un posto più sicuro per lui.

Piena del Po: il capriolo e gli altri animali in pericolo a cui stare attenti

animali feroci
Tasso Foto Istock

Non ce l’ha fatta invece il giovane capriolo che era caduto in una canalina. Nonostante la Polizia Provinciale, dopo la segnalazione di alcuni uomini, lo avesse recuperato e trasportato dal veterinario con una portantina, i danni causatigli dalla caduta non sono stati curabili.

Il povero animale era stato notato nei pressi del Consorzio Agrario a Torricella del Pizzo, sempre in provincia di Cremona, e probabilmente è caduto nel tentativo di salvarsi dalla piena del Po. Dai raggi effettuatigli al CRAS ANPANA, dove il capriolo è stato portato, si è visto che la sua condizione era purtroppo irrecuperabile. 

Il sito OglioPonews riporta anche di segnalazioni da molti comuni della zona di animali, quali cinghiali, caprioli, lepri e volpi, in fuga. Questi poveri animali sono anche spaventati per il pericolo corso e sono disorientati perché si trovano al di fuori del loro ambiente naturale. In questi casi la migliore cosa da fare è prestare attenzione quando si guida, soprattutto in strade provinciali, perché gli animali potrebbero sbucare di colpo e un incidente potrebbe essere fatale sia agli animali che al guidatore.

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI